Adesso il Lugano è costretto a inseguire: al Lido non può fallire

hockey su ghiaccio

Beffati all’overtime in gara-3 dei playoff, i bianconeri cercano l’immediato pareggio nella serie - Suri: «Non è il momento di abbassare la testa» - Pelletier: «Dobbiamo scioglierci per segnare più reti»

Adesso il Lugano è costretto a inseguire: al Lido non può fallire
Mikkel Boedker prova senza successo a sorprendere Melvin Nyffeler: il danese del Lugano non va a punti da sette partite. / © Keystone/Samuel Golay

Adesso il Lugano è costretto a inseguire: al Lido non può fallire

Mikkel Boedker prova senza successo a sorprendere Melvin Nyffeler: il danese del Lugano non va a punti da sette partite. / © Keystone/Samuel Golay

Chi lo avrebbe mai detto, alla vigilia di questo quarto di finale dei playoff: dopo tre partite - due delle quali disputate alla Cornèr Arena - il Lugano è costretto a inseguire. E questa sera a Rapperswil si gioca una gran fetta delle possibilità di accedere alle semifinali: un successo permetterebbe ai bianconeri di riprendersi il vantaggio casalingo, una sconfitta - oltre a insinuare ancora di più il tarlo del dubbio nella mente della squadra di Serge Pelletier - consegnerebbe ai sangallesi tre match-ball. Già, chi l’avrebbe mai detto.

La fiducia di Reto

Non traggano in inganno i quasi 50 tiri scagliati in gara-3 dal Lugano verso Melvin Nyffeler. E non traggano in inganno le dichiarazioni rilasciate a fine partita dai protagonisti: in realtà i bianconeri in questi playoff non ci sono ancora...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1