All’Ambrì non basta una buona partenza

Hockey

Quarta sconfitta consecutiva per i leventinesi, battuti 5-3 a Davos

All’Ambrì non basta una buona partenza
© KEYSTONE/Juergen Staiger

All’Ambrì non basta una buona partenza

© KEYSTONE/Juergen Staiger

Partito benissimo, con due reti in meno di sette minuti segnate da Regin e Bürgler, l’Ambrì Piotta non è riuscito ad interrompere la sua striscia negativa. A Davos è infatti arrivata la quarta sconfitta consecutiva. È finita 5-3 per i grigionesi, capaci di riagguantare capitan Fora e compagni nel periodo centrale per poi dilagare in quello conclusivo. Inutile la rete di Isacco Dotti a 49 secondi dalla terza sirena. Di seguito la cronaca del match.

Primo tempo
Dopo appena 51 secondi Ciaccio sventa un rapido tre contro uno grigionese con un prodigioso intervento in allungo su Rasmussen. Scampato il primo pericolo, i leventinesi trovano subito il vantaggio all’1’31’’, interrompendo un digiuno di reti durato due partite. A segnare, in transizione e con un preciso tiro di polso, è Peter Regin, al suo primo gol in biancoblù.

Il Davos prova a rifarsi sotto al 4’, sprecando un’altra veloce ripartenza. Al 6’33’’, lanciato in verticale da Zwerger, Bürgler realizza il 2-0 con un tocco in backhand che beffa Senn. La squadra di Cereda assume il controllo della partita e al 12’20’’ conquista la prima superiorità numerica del match. Con l’uomo in più, ancora Bürgler va vicinissimo al gol. Senn è reattivo. I padroni di casa chiudono la prima frazione in power-play per l’espulsione di Grassi, ma l’Ambrì non corre rischi.

Secondo tempo
Anche il periodo centrale si apre con un’occasionissima per il Davos: al 20’34’’ il palo ferma il tiro di Nygren. Al 25’24’’, un po’ dal nulla, i grigionesi accorciano le distanze con l’eterno Ambühl, che vince il duello con Ciaccio dopo aver bruciato Zaccheo Dotti in velocità. La situazione si fa delicata al 26’57’’ per una penalità ai danni di Kostner. Il power-play grigionese non si fa pregare e al 27’59’’, dopo un batti e ribatti nello slot, trova il 2-2 grazie al topscorer Bromé.

Ormai in piena fiducia, gli uomini di Wohlwend alzano il ritmo alla ricerca del vantaggio. A frenare la spinta dei padroni di casa ci pensa Stransky, autore di un ingenuo fallo in attacco al 30’51’’. L’Ambrì, però, non ne approfitta. Al 33’29’’ è Burren a fermare fallosamente un avversario lanciato a rete. Stavolta il box leventinese resiste. Al 35’52’’ un tiro apparentemente innocuo di Kostner carambola sul palo. Sul ribaltamento di fronte, Zgraggen viene dimenticato da tutti, ma sbaglia mira.

Terzo tempo
Al 41’30’’ il Davos si rende minaccioso con un’incursione di Stransky. Al 43’04’’ Bürgler ci prova con una bella azione d’aggiramento, ma il suo tiro si infrange sul palo. Al 44’26’’ i grigionesi completano il sorpasso realizzando il 3-2 con Rasmussen, ancora una volta grazie ad un’insistente serie di tentativi nello slot, con Ciaccio incapace di trattenere il disco.

Al 49’21’’, nonostante la situazione favorevole alla sua squadra, Wohlwend chiama il time-out. Bella mossa: al 50’35’’ Corvi firma infatti il 4-2. Al 52’46’’ Stransky raggiunge Schmutz sulla panchina dei puniti, regalando all’Ambrì 36 secondi di doppia superiorità numerica. Cereda chiama il time-out per organizzare il power-play, ma i padroni di casa si salvano senza troppo affanno. Al 55’21’’ Bromé chiude i conti trasformando un rigore procurato da Fohrler su Schmutz. A 49 secondi dalla fine, Isacco Dotti addolcisce la pillola con il gol del 5-3.

IL TABELLINO

Davos – Ambrì Piotta 5-3 (0-2, 2-0, 3-1)

Reti: 1’31’’ Regin (Kneubühler) 0-1. 6’33’’ Bürgler (Zwerger) 0-2. 25’24’’ Ambühl (Corvi) 1-2. 27’59’’ Bromé (in 5c4, esp. Kostner) 2-2. 44’26’’ Rasmussen 3-2. 50’35’’ Corvi 4-2. 55’21’ Bromé (rigore) 5-2. 59’11’’ I. Dotti 5-3.

Spettatori: 3.857.

Arbitri: Stolc/Borga (Progin/Schlegel).

Penalità: 4x2’ c. Davos; 3x2’ c. Ambrì Piotta.

Davos: Senn; D. Egli, Wellinger; Stransky, Rasmussen, Nussbaumer; Nygren, Jung; Frehner, Corvi, Bromé; Stoop, Zgraggen; Wieser, C. Egli, Ambühl; Heinen; Simic, Knak, Schmutz.

Ambrì Piotta: Ciaccio; Fora, I. Dotti, Kozun, Regin, Kneubühler; Hietanen, Z. Dotti; Pestoni, Heim, McMillan; Burren, Fischer; Bürgler, Kostner, Zwerger; Fohrler, Pezzullo; Trisconi, Grassi, Bianchi.

Note: Davos senza Barandun (infortunato); Ambrì privo di Hächler (ammalato), D’Agostini, Dal Pian e Incir (tutti infortunati).

LA CLASSIFICA

1. Bienne 9/22. 2. Zugo 9/18. 3. ZSC Lions 7/14. 4. Lugano 8/14. 5. Friburgo Gottéron 8/14. 6. Davos 7/13. 7. Rapperswil-Jona Lakers 8/12. 8. Langnau Tigers 8/9. 9. Ambrì Piotta 7/8. 10. Ginevra Servette 8/8. 11. Berna 8/7. 12. Ajoie 7/6. 13. Losanna 6/5.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1