Ambrì, una serata da dimenticare

Hockey

Leventinesi battuti 5-1 a Zugo senza mai entrare in partita

 Ambrì, una serata da dimenticare
©Keystone/Urs Flueeler

Ambrì, una serata da dimenticare

©Keystone/Urs Flueeler

Serata da dimenticare per l’Ambrì Piotta. Forse provata dalle fatiche di Champions League in Slovacchia, la squadra leventinese non è mai entrata in partita a Zugo. È finita 5-1 per i padroni di casa, già avanti di due reti dopo meno di sei minuti. I biancoblù hanno concesso troppo spazio ai talentuosi avversari e si sono rivelati eccessivamente indisciplinati. Ben dodici le penalità minori rimediate, con addirittura cinque situazioni di doppia inferiorità numerica. Se non è un record, poco ci manca. Domani capitán Bianchi e compagni cercheranno il riscatto ospitando il Rapperswil alla Valascia.

Primo tempo

Al 2’16’’ Zehnder sblocca il risultato con il primo tiro in porta dello Zugo. Poco dopo l’Ambrì spreca il suo primo power-play, rischiando grosso su un break di Lindberg: provvidenziale Hrachovina. I leventinesi concedono troppo spazio e al 5’50’’ sono puniti dal 2-0 di Alatalo. Cereda chiama subito il «time-out». All’8’ i biancoblù sciupano un’altra superiorità numerica, poi continuano a subire le scorribande dei padroni di casa. All’11’ lo Zugo si ritrova per 1’34’’ in 5 contro 3, ma clamorosamente è D’Agostini a sfiorare la rete in contropiede: Hollenstein salva i suoi. Al 15’ altra doppia superiorità numerica per i Tori: Hrachovina è due volte decisivo su Hofmann. Il primo periodo si conclude con lo Zugo all’assalto. Il punteggio, però, non cambia.

Secondo tempo

Passano appena 93 secondi e lo Zugo va sul 3-0 grazie a McIntyre, troppo libero di avvicinarsi alla porta di Hrachovina e colpire. I leventinesi reagiscono con Dal Pian, poi aumentano la pressione sull’attento Hollenstein. Le occasioni più pericolose, però, se le crea ancora lo Zugo, che nel terzo offensivo fa ciò che vuole. Al 30’40’’, per la terza volta, i Tori si ritrovano in 5 contro 3: stavolta Hofmann punisce con il 4-0 al 31’21’’. Al 37’39’’, incredibile ma vero, quarta doppia inferiorità numerica della serata per i biancoblù, stavolta per 10 secondi soltanto. Hrachovina compie un primo miracolo su Hofmann, ma al 38’08’’ il topscorer di casa firma il 5-0 in 5 contro 4. Il periodo centrale si conclude con l’Ambrì in superiorità numerica.

Terzo tempo

La prima occasione della frazione conclusiva, al 43’, capita a Bachofner in contropiede: Hrachovina sventa la minaccia. La partita procede senza grosse emozioni, fino all’accelerazione di Hofmann che costringe Dotti al fallo al 53’. Il power-play dello Zugo viene però interrotto a metà da una carica di McIntyre su Fischer. Al 54’54’’, in concomitanza con il rientro di Dotti, Kneubühler reduce le distanze con la rete dell’1-5. Per il numero 11 è la prima rete stagionale in campionato. Negli ultimi minuti, per la quinta volta, l’Ambrì si ritrova in 3 contro 5. L’immagine perfetta di una partita da dimenticare.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1