Andres Ambühl stende il Lugano

hockey su ghiaccio

Weekend da zero punti per i bianconeri, battuti 3-1 dal Davos alla Cornèr Arena nonostante una prova generosa

Andres Ambühl stende il Lugano
©KEYSTONE/Samuel Golay

Andres Ambühl stende il Lugano

©KEYSTONE/Samuel Golay

Andres Ambühl stende il Lugano
©KEYSTONE/Samuel Golay

Andres Ambühl stende il Lugano

©KEYSTONE/Samuel Golay

Quarta sconfitta nelle ultime cinque partite per un Lugano sempre più rimaneggiato. Alla lunghissima lista degli assenti si è infatti aggiunto lo squalificato Walker. Girando prevalentemente a tre linee, la generosa squadra di McSorley ha tenuto testa al Davos fino al 35’. Anzi, a quel punto avrebbe meritato di trovarsi in vantaggio e non sull’1-1. L’eterno Ambühl ha però deciso il confronto con una doppietta segnata tra la fine del periodo centrale e l’inizio della terza frazione. I bianconeri, con sempre meno energie in corpo e sempre meno idee, non hanno più saputo reagire contro un avversario rimasto a riposo la sera prima.

La cronaca

In un primo tempo equilibrato, il Davos passa in vantaggio al 14’04’’ grazie a Schmutz, libero di freddare l’incolpevole Fadani sfruttando un cambio maldestro dei bianconeri. La reazione dei padroni di casa è immediata, con Boedker a colpire in power-play al 15’36’’ su assist di Fazzini. Al 17’, un grande assolo di Riva mette i brividi ai grigionesi.

Nel periodo centrale il Lugano riparte all’attacco, sprecando una superiorità numerica al 25’. Al 28’36’’ Arcobello colpisce l’asta deviando un appoggio di Riva. L’episodio sembra spegnere la verve bianconera, mentre i gialloblù iniziano a spingere con maggiore continuità. Al 35’10’’, in situazione di penalità differita, Ambühl firma il 2-1. Al 36’01’’ viene espulso Thürkauf, ma la squadra di Wohlwend non ne approfitta.

Il terzo tempo inizia malissimo per il Lugano: al 41’11’’ è ancora Ambühl a segnare il 3-1. Tra il 49’ e il 54’ i bianconeri sprecano due superiorità numeriche ravvicinate. Al 57’41’’ è Müller a finire sulla panchina dei puniti. Nel finale, Fadani si mette in mostra a tu per tu con Prassl.

IL TABELLINO

Lugano – Davos 1-3 (1-1, 0-1, 0-1)

Reti: 14’04’’ Schmutz (Heinen) 0-1. 15’36’’ Boedker (Fazzini, in 5c4, esp. Simic) 1-1. 35’20’’ Ambühl 1-2. 41’11’’ Ambühl 1-3.

Spettatori: 4.938.

Arbitri: Lemelin/Kaukokari (Wolf/Stalder).

Penalità: 2x2’ c. Lugano; 4x2’ c. Davos.

Lugano: Fadani; Nodari, Müller; Fazzini, Arcobello, Morini; Alatalo, Riva; Vedova, Thürkauf; Stoffel; Chiesa, Guerra; Traber, Haussener, Boedker; Wolf; Werder, Cortiana, Bedolla; Tschumi.

Davos: Aeschlimann; Zgraggen, Jung; Stransky, Rasmussen, Bromé; D. Egli, Wellinger; Ambrühl, Corvi, Prassl; Nygren, Heinen; Simic, Nussbaumer, Frehner; Stoop, Barandun; Schmutz, C. Egli, Knak.

Note: Lugano senza Walker (squalificato), Bertaggia, Carr, Herburger, Josephs, Loeffel, Schlegel (infortunati) e Irving (in sovrannumero).

GLI ALTRI RISULTATI

Ajoie – Friburgo Gottéron 0-5. Ginevra Servette – Rapperswil Lakers 4-1. Losanna – Langnau 1-4. ZSC Lions – Bienne 1-4. Berna - Ambrì Piotta 3-2.

LA CLASSIFICA

1. Friburgo Gottéron 15/35. 2. Bienne 16/33. 3. Davos 14/28. 4. Zugo 13/25. 5. ZSC Lions 14/23. 6. Rapperswil-Jona Lakers 14/22. 7. Ambrì Piotta 14/21. 8. Lugano 15/19. 9. Langnau Tigers 16/18. 10. Losanna 13/17. 11. Berna 14/17. 12. Ginevra Servette 14/12. 13. Ajoie 14/9.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1