Arcobello: «Vicino alla mia terra d’origine ho trovato nuovi stimoli»

Hockey

Chiacchierata con l’attaccante americano dell’HC Lugano

 Arcobello: «Vicino alla mia terra d’origine ho trovato nuovi stimoli»
Mark Arcobello, sopscorer bianconero. ©CDT/GABRIELE PUTZU

Arcobello: «Vicino alla mia terra d’origine ho trovato nuovi stimoli»

Mark Arcobello, sopscorer bianconero. ©CDT/GABRIELE PUTZU

Dopo aver fatto le fortune del Berna, oggi la classe di Mark Arcobello illumina la Cornèr Arena. Gli sono bastate poche partite per integrarsi totalmente nella nuova realtà ticinese. Schivo e modesto, ma con le idee ben chiare, l’attaccante americano di origini italiane si confida in una lunga chiacchierata.

Da Berna a Lugano: un nuovo stile di vita, un’altra cultura, una lingua diversa: come si trova in Ticino Mark Arcobello?

«Per ora io e la mia famiglia ci sentiamo piuttosto bene. Purtroppo stiamo vivendo un anno davvero difficile a causa della pandemia di coronavirus e quindi non abbiamo ancora avuto l’opportunità di visitare e scoprire questa magnifica regione. Lugano è molto diversa da Berna, direi in tutto, ma ci piace molto lo stile di vita ticinese. Mi auguro come tutti che questo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1