Bianchi: «Sì, è stata una liberazione»

le reazioni dei biancoblù

Per l’ex capitano dei leventinesi: «È stato bello ed emozionante riavere in pista Matt D’Agostini»

Bianchi: «Sì, è stata una liberazione»
©KEYSTONE/Samuel Golay

Bianchi: «Sì, è stata una liberazione»

©KEYSTONE/Samuel Golay

Festa grande in pista e negli spogliatoi dell’Ambrì Piotta. Il popolo biancoblù aveva bisogno di questa vittoria e di porre fine a una lunghissima serie di sconfitte contro il più acerrimo dei rivali, come ci conferma Elias Bianchi: «È stata una liberazione, non posso negarlo, anche se io l’anno scorso non ho potuto giocare per via dell’infortunio e forse percepivo meno degli altri questa situazione particolare». Lo striscione esposto dalla Curva prima del match era chiarissimo: «Devi vincere». Un invito che la squadra ha colto, seppur in extremis: «Volevamo imporci a tutti i costi, soprattutto dopo i primi due derby stagionali persi nel giro di pochi giorni. Credo che ci siamo meritati i tre punti, ma alla fine poteva andare da entrambe le parti. Basti dire che abbiamo pareggiato sfruttando...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1