Cereda: «Abbiamo subìto una lezione e non cerchiamo scuse»

hockey su ghiaccio

Il tecnico dei biancoblù, sconfitti 4-1 a Rapperswil, si attende una pronta reazione contro il Ginevra

Cereda: «Abbiamo subìto una lezione e non cerchiamo scuse»
©KEYSTONE / Patrick B. Kraemer

Cereda: «Abbiamo subìto una lezione e non cerchiamo scuse»

©KEYSTONE / Patrick B. Kraemer

Una serataccia. Irriconoscibile nell’attitudine e nel gioco, l’Ambrì Piotta ha saputo superare un solo ostacolo: il massiccio del San Gottardo. Partito alle 15.00 da Quinto, il pullman biancoblù ha evitato di un soffio l’interminabile chiusura del tunnel. Qualcosa, però, è rimasto comunque in Ticino, abbandonato lì, sul piazzale della Valascia, a pochi chilometri dal portale sud. Non i borsoni, non i bastoni. A mancare è stata la grinta, la voglia di lottare, evaporata dopo il primo cambio, l’unico davvero convincente per la squadra di Luca Cereda.

Tutto facile per Cervenka

Nemmeno l’undicesimo gol stagionale di Julius Nättinen, valso il provvisorio 3-1 al 36’, ha cambiato l’inerzia della partita. Il Rapperswil, trascinato da Roman Cervenka, ha preso saldamente il comando delle operazioni all’inizio...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1