Colpaccio biancoblù a Davos

Hockey

L’Ambrì Piotta si impone 2-1 con le reti di Neuenschwander e Mazzolini - LE FOTO

Colpaccio biancoblù a Davos
© KEYSTONE/Gian Ehrenzeller

Colpaccio biancoblù a Davos

© KEYSTONE/Gian Ehrenzeller

Colpaccio biancoblù a Davos

Colpaccio biancoblù a Davos

Colpaccio biancoblù a Davos

Colpaccio biancoblù a Davos

Colpaccio biancoblù a Davos

Colpaccio biancoblù a Davos

Colpaccio biancoblù a Davos

Colpaccio biancoblù a Davos

Colpaccio biancoblù a Davos

Colpaccio biancoblù a Davos

Colpaccio biancoblù a Davos

Colpaccio biancoblù a Davos

Colpaccio biancoblù a Davos

Colpaccio biancoblù a Davos

Colpaccio biancoblù a Davos

Colpaccio biancoblù a Davos

Eccola la continuità di risultati a lungo cercata dall’Ambrì Piotta. A Davos i biancoblù conquistano la seconda vittoria di fila, la terza nelle ultime quattro partite. E così agguantano il Rapperswil a 32 punti. In una sfida con molti assenti, su un fronte e sull’altro, sono decisive le reti di due insospettabili scorer, Joël Neuenschwander ed Elia Mazzolini. Inutile la rete di Egli che ha illuso i padroni di casa a 4 minuti e mezzo dal termine.

Primo tempo

Nei primi minuti l’Ambrì Piotta spreca un power-play. Al 6’ Rohrbach manca una ghiotta occasione sotto porta e si infortuna in un contrasto. Al 6’43’’ i leventinesi passano in vantaggio grazie a una deviazione a mezz’aria di Joël Neuenschwander, al suo secondo gol in National League. A metà frazione, con Müller espulso, Manzato sventa una conclusione minacciosa di Du Bois, mentre Palushaj non trova mai la porta da posizione favorevole. Negli ultimi cinque minuti del primo periodo il Davos spinge e sfiora più volte il pareggio, in particolare con Ambühl, ma il portiere biancoblù è sempre prontissimo.

Secondo tempo

Al 24’55’’, con Goi penalizzato, Corvi centra il palo. Appena rientrato dalla panchina dei puniti, l’attaccante italiano dei biancoblù conquista un power-play: ci prova D’Agostini, ma il suo tiro non impensierisce Aeschlimann. Al 29’27’’, dopo un breve periodo di pressione gialloblù, l’Ambrì Piotta raddoppia grazie a una splendida azione personale di Mazzolini, al primo centro in questo campionato. Al 34’ i padroni di casa sprecano un’altra superiorità numerica, complice l’ottimo lavoro del box-play leventinese. Ambühl prova a scuotere i suoi, ma al 38’14’’ è l’Ambrì a sfiorare la rete con Zwerger, perfettamente servito da Neuenschwander. Il finale è tutto degli ospiti, pericolosissimi con Dotti.

Terzo tempo

Dopo appena 30 secondi uno strano rimbalzo favorisce Palushaj, ma anche stavolta Manzato dice di no. La pressione grigionese non spaventa i biancoblù, che mantengono i nervi saldi e badano al sodo, non disdegnando qualche incursione per provare a chiudere la sfida. Al 55’33’, però, il Davos riapre la partita con un tiro di Egli che sorprende Manzato. E dire che fino a pochi giorni fa il numero 96 dei grigionesi era in prestito all’Ambrì...Il forcing finale dei gialloblù, però, non produce nulla.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1 Fernando Lavezzo
Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1