Contro il Berna arriva la settima sconfitta di fila dell’Ambrì

hockey su ghiaccio

I biancoblù hanno pagato a caro prezzo sia le numerose penalità che hanno tolto molte energie alla squadra sia le molte assenze

Contro il Berna arriva la settima sconfitta di fila dell’Ambrì
©KEYSTONE / Davide Agosta

Contro il Berna arriva la settima sconfitta di fila dell’Ambrì

©KEYSTONE / Davide Agosta

In cerca di una reazione dopo il k.o. di Friburgo, l’Ambrì Piotta di Luca Cereda ha effettivamente trovato una prestazione migliore contro il Berna, incappando però in un’altra sconfitta, la settima consecutiva. I biancoblù hanno pagato a caro prezzo le diverse penalità incassate nel corso del match (ben otto, rispetto alle zero concesse dagli ospiti), finendo con l’essere puniti dagli Orsi. La squadra della capitale ha ora operato il sorpasso in classifica ai danni dei leventinesi, ora undicesimi.

Di seguito il riassunto di quanto accaduto nel match della Valascia.

Primo tempo

I biancoblù partono subito forte, invertendo la tendenza degli ultimi match e soprattutto trovando la prima rete dopo appena 1’22’’. A siglare il gol d’apertura è Patrick Incir, che ben imbeccato da Trisconi fredda Karhunen con un tiro al volo. Galvanizzati dal gol, i padroni di casa continuano a spingere e sfiorano il raddoppio con un’incursione di Nättinen. Con Trisconi sulla panchina dei puniti, è però il Berna a trovare la seconda rete del confronto. Al 4’41’’ Tristan Scherwey si fa trovare pronto nello slot, ribadendo in fondo al sacco un disco vagante. Una doccia fredda per gli uomini di Cereda, che subiscono un pochino il contraccolpo concedendo un altro power-play agli Orsi, non sfruttato. Il match pian piano torna in equilibrio e le due squadre iniziano ad alternare le occasioni da rete, come quella che capita sul bastone di Conacher al 13’ (ben disinnescata da Ciaccio), oppure quella di Kneubuehler al 14’, che solo davanti a Karhunen spara però alto. In chiusura di primo periodo Ciaccio deve poi nuovamente superarsi, quando ferma Jeffrey lanciato a rete in una sorta di rigore in movimento.

Secondo tempo

Il terzo centrale si apre subito in salita per i leventinesi, che dopo appena 24 secondi – in inferiorità numerica – incassano il gol del sorpasso da parte degli ospiti, firmato da Simon Moser. La reazione dei biancoblù è però immediata e la squadra di Cereda si mette a macinare gioco, provando ad aumentare la pressione nel proprio terzo offensivo. Un compito che riesce però soltanto in parte a Grassi e compagni, che per buona parte del periodo centrale devono anche fare a meno di Brendan Perlini, che incassa un 2’+10’ per una carica alla testa. I leventinesi si fanno nel complesso preferire rispetto agli ospiti, specie a cinque contro cinque, ma non riescono a fare breccia nella difesa bernese. Anzi, è Jan Neuenschwander al 37’ a trovare un ferro, che nega l’allungo alla squadra di Kogler.

Terzo tempo

L’Ambrì nel terzo tempo entra in pista con l’intento di impattare la sfida, ma nei primi dieci minuti non arriva mai uno sforzo prolungato con diversi minuti di pressione. Anzi, a causa di una doppia penalità inflitta a Fohrler attorno al cinquantesimo, sono gli Orsi ad avvicinarsi maggiormente al 3-1. Un gol che effettivamente arriva al 52’12’’, realizzato però in maniera beffarda da Olofsson pochi secondi dopo il rientro sul ghiaccio del difensore tedesco con licenza svizzera. Gli uomini di Cereda accusano il colpo in maniera evidente, faticando a rimettere il naso dalle parti di Karhunen. Salvo nei minuti conclusivi, quando riescono a generare qualche conclusione verso la porta bernese, spinti però più dalla forza della disperazione che da vera e propria convinzione. Di Conacher a porta vuota, al 58’15’’, il definitivo 4-1 a porta vuota.

I biancoblù torneranno in pista lunedì sera all’Hallenstadion, dove affronteranno lo Zurigo padrone di casa.

IL TABELLINO

Ambrì Piotta – Berna 1-4 (1-1, 0-1, 0-2)

Reti: 1’22’’ Incir (Trisconi) 1-0. 4’41’’ Scherwey (Pestoni, in 4c5, esp. Trisconi) 1-1. 20’24’’ Moser (Andersson, in 4c5, esp. Kneubühler) 1-2. 52’12’’ Olofsson (Jeffrey) 1-3. 58’15’’ Conacher (Olofsson) 1-4.

Arbitri: Stricker/Borga; Fuchs/Steenstra.  Penalità: 8x2’ + 1x10’ (Perlini) c. Ambrì, nessuna c. Berna.

Ambrì Piotta: Ciaccio; Hächler, Fischer; J. Kneubühler, Flynn, Perlini; Ngoy, Z. Dotti; Zwerger, Müller, Nättinen; Fohrler, Pezzullo; Grassi, Novotny, Mazzolini; I. Dotti; Trisconi, Kostner, Incir; J. Neuenschwander.

Berna: Karhunen; Andersson, Henauer; Conacher, Jeffrey, Olofsson; Burren, B. Gerber; Scherwey, Heim, Pestoni; Thiry, C. Gerber; Sopa, Praplan; Moser; Untersander, Zryd; Berger, J. Neuenschwander, Bader.

Note: Ambrì s. Bianchi, Conz, D’Agostini, Del Ponte, Fora, Goi e Pinana (tutti infortunati). Berna privo di Blum e Sciaroni (infortunati). Dal 58’03’’ al 58’15’’ Ambrì senza portiere.

GLI ALTRI RISULTATI

Bienne - Friburgo Gottéron 1-4 (1-0 0-4 0-0). Davos - Zugo 2-7 (0-2 1-3 1-2). Rapperswil - ZSC Lions 2-6 (0-20-3 2-1). Losanna - Ginevra 2-3 d.s. (2-1 0-0 0-1 0-1).

CLASSIFICA

1. Zugo 37/84. 2. ZSC Lions 39/74. 3. Friburgo40/74. 4. Lugano 37/61. 5. Losanna 32/59. 6. Ginevra 33/59. 7. Davos 40/59. 8. Bienne 37/56. 9. Rapperswil 41/42. 10. Berna 32/34. 11. Ambri Piotta 36/34. 12. Langnau Tigers 38/27.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1