Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

Hockey

In svantaggio di tre reti dopo il primo tempo, i bianconeri reagiscono e portano il Friburgo all’overtime - Il Gottéron realizza la rete del successo in inferiorità numerica, ma Chris McSorley loda lo sforzo della sua squadra

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato
Nathan Marchon mette a segno il gol che dà il successo al Friburgo.

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

Nathan Marchon mette a segno il gol che dà il successo al Friburgo.

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato
© KEYSTONE/Ti-Press/Samuel Golay

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

© KEYSTONE/Ti-Press/Samuel Golay

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato
© PostFinance/KEYSTONE/Ti-Press/Samuel Golay

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

© PostFinance/KEYSTONE/Ti-Press/Samuel Golay

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

Dalla grande rimonta alla beffa: Lugano, è un punto guadagnato

Dalla rimonta, tanto clamorosa quanto meritata, alla beffa - altrettanto clamorosa - nell’overtime. Con il Lugano, di questi tempi, non ci si annoia. Alla fine, per come si erano messe le cose in un primo tempo a dir poco disastroso, per i bianconeri quello ottenuto al cospetto della capolista Friburgo è un punto guadagnato. Ma la sconfitta, a caldo, brucia parecchio. Perché è arrivata quando il Lugano - ritrovatosi in superiorità numerica nel supplementare - poteva chiudere i conti. Ed invece un errore sulla linea blu offensiva di Santeri Alatalo ha lanciato la ripartenza del Gottéron, culminata con la rete del successo di Marchon. E con Luca Fazzini a rompere con violenza il suo bastone per la frustrazione.

Il coach è fiero

Da una parte il Lugano può quindi recitare il mea culpa. Dall’altra,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1

    La rivincita di Fatton, l’ira di Pestoni

    Hockey

    Il portiere del Lugano si è riscattato alla grande dopo la serataccia di Zugo: «Conosco il mio valore» - Il topscorer dell’Ambrì Piotta non nasconde la propria irritazione per l’ennesimo match gettato alle ortiche: «Non impariamo mai dai nostri errori, quando c’è da c...re non c’è più m...a»

  • 2

    La cavalcata di Troy annichilisce l’Ambrì Piotta

    Hockey

    Il canadese trascina il Lugano al successo sui biancoblù - La rete bianconera ottenuta in inferiorità numerica cambia l’inerzia del match - Arcobello e compagni ottengono l’undicesima vittoria negli ultimi dodici derby

  • 3
  • 4
  • 5
  • 1
  • 1