Duca: «Cambia la modalità di lavoro, non il contenuto»

Hockey

Il direttore sportivo dell’Ambrì Piotta: «È un periodo di incertezze»

Duca: «Cambia la modalità di lavoro, non il contenuto»
Paolo Duca, direttore sportivo dell’Ambrì Piotta. © CdT/Archivio

Duca: «Cambia la modalità di lavoro, non il contenuto»

Paolo Duca, direttore sportivo dell’Ambrì Piotta. © CdT/Archivio

Non si gioca, il mondo dell’hockey si è fermato. Vero, verissimo, ma solo in parte. Perché il lavoro dei club non si arresta mai. Anzi, forse in questi giorni difficili è ancora più intenso, o di sicuro un po’ più complicato. Ne sa qualcosa Paolo Duca: «A dire il vero - spiega il direttore sportivo dell’Ambrì Piotta - a livello di contenuto le cose non sono cambiate molto, anche se la mole di lavoro è diminuita. Le modalità sono invece un po’ diverse. Per quel che concerne i contenuti del mio lavoro c’è da occuparsi delle questioni legate al coronavirus e alle conseguenze finanziarie che questa pandemia ha provocato. Mansioni che ovviamente prima non facevano parte del cahier des charges di un direttore sportivo. Ci sono state anche più riunioni e discussioni a livello di Lega oltre alla fase...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1