Duca: «Non gioisco, ma capisco Fora»

Hockey

Il direttore sportivo dell’Ambrì Piotta commenta la partenza del capitano a fine stagione: «Sentiva l’esigenza di una nuova esperienza sportiva, il tempo passa anche per lui» - L’AUDIO

Duca: «Non gioisco, ma capisco Fora»
©Keystone/Golay

Duca: «Non gioisco, ma capisco Fora»

©Keystone/Golay

Paolo Duca è un direttore sportivo combattuto. La partenza di Michael Fora, ora ufficiale, suscita sentimenti contrastanti in casa Ambrì Piotta. «Ovviamente non facciamo i salti di gioia» ammette con grande sincerita il dirigente biancoblù. «Sarebbe stato un piacere poter contare su Fora anche in futuro, in questa nuova era del club. La sua scelta, tuttavia, è comprensibile. Il tempo passa anche per lui. E il fatto che abbia scelto il Davos è per me significativo delle sue intenzioni a livello sportivo. Devo altresì sottolineare la correttezza di Mike, che ha sempre comunicato con noi in modo trasparente. Facilitando il processo». Un processo che si è sviluppato attorno a una clausola, presente nel contratto del giocatore e - appunto - fatta valere dal diretto interessato. «Era una delle condizioni per trattenere Mike in questa stagione» precisa Duca. Per poi aggiungere: «Il giocatore sentiva l’esigenza di vivere una nuova esperienza, ma al contempo aveva a cuore il club e ci teneva ad accompagnarlo nella nuova pista. Certo, la speranza che le idee potessero cambiare era presente. Eravamo però altresì coscienti che lo scenario della partenza potesse concretizzarsi». L’Ambrì Piotta perderà il suo capitano. Scelto proprio quest’anno al posto di Elias Bianchi. «Ma questo ruolo si sceglie un po’ da solo; non è stato insomma un tentativo per convincerlo a restare anche dopo questa stagione» sottolinea il ds. «Michael Fora ha sempre incarnato i valori della società, crescendo ed emergendo dal vivaio». Il rischio, però, è che il suo addio possa intaccare l’immagine del club, «abbandonato» per certi versi dal suo rappresentante sul ghiaccio. Duca è un direttore sportivo combattuto: «Non so se si verificherà questo genere di contraccolpo. Difficile da dire. Non credo, comunque. Ribadisco, la partenza di Fora era un’opzione nell’aria. Preventivabile. Cercheremo di compensarla nel migliore dei modi». Anche perché dalla stagione 2022-23, gli stranieri potranno essere addirittura sei.

Le prime dichiarazioni di Fora - L’AUDIO

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1

    La rivincita di Fatton, l’ira di Pestoni

    Hockey

    Il portiere del Lugano si è riscattato alla grande dopo la serataccia di Zugo: «Conosco il mio valore» - Il topscorer dell’Ambrì Piotta non nasconde la propria irritazione per l’ennesimo match gettato alle ortiche: «Non impariamo mai dai nostri errori, quando c’è da c...re non c’è più m...a»

  • 2

    La cavalcata di Troy annichilisce l’Ambrì Piotta

    Hockey

    Il canadese trascina il Lugano al successo sui biancoblù - La rete bianconera ottenuta in inferiorità numerica cambia l’inerzia del match - Arcobello e compagni ottengono l’undicesima vittoria negli ultimi dodici derby

  • 3
  • 4
  • 5
  • 1
  • 1