Due errori condannano il Lugano

hockey su ghiaccio

Bianconeri battuti per 2-1 dal Ginevra alla Cornèr Arena

Due errori condannano il Lugano
© KEYSTONE / Davide Agosta

Due errori condannano il Lugano

© KEYSTONE / Davide Agosta

Due errori condannano il Lugano
© KEYSTONE / Davide Agosta

Due errori condannano il Lugano

© KEYSTONE / Davide Agosta

Due errori condannano il Lugano
© KEYSTONE / Davide Agosta

Due errori condannano il Lugano

© KEYSTONE / Davide Agosta

Due errori condannano il Lugano
© KEYSTONE / Davide Agosta

Due errori condannano il Lugano

© KEYSTONE / Davide Agosta

Due errori condannano il Lugano
© KEYSTONE / Davide Agosta

Due errori condannano il Lugano

© KEYSTONE / Davide Agosta

Due errori condannano il Lugano
© KEYSTONE / Davide Agosta

Due errori condannano il Lugano

© KEYSTONE / Davide Agosta

Peccato. Il Lugano è stato battuto per 2-1 dal Ginevra e deve ancora lottare per accedere ai playoff. Molto tirata, la sfida è stata decisa da due errori bianconeri: Bertaggia prima e Zurkirchen dopo – in occasione della rete di Noah Rod – non hanno fatto una bella figura. La papera del portiere, a sette minuti circa dal sessantesimo, ha impedito alla squadra di Pelletier di muovere la classifica.

Primo tempo

L’inizio è difficile per il Lugano, il Ginevra spinge forte e solo una penalità a Wingels permette ai bianconeri di respirare un po’. All’11’00’’ è Klasen a ritrovarsi sulla panchina dei cattivi, ma il box bianconero regge bene. Il Lugano fatica però parecchio a crearsi occasioni in fase offensiva. La più ghiotta capita sul bastone di Fazzini al 17’00’’, ma Descloux dice di no. Ed allora a passare è il Ginevra: erroraccio di Bertaggia e Wingels al 18’49’’ non perdona.

Secondo tempo

Anche il periodo centrale comincia con il Ginevra più presente davanti. Al 26’46’’ è però Linus Klasen a fallire il bersaglio da ottima posizione. Al 32’47’’ Jecker riceve due minuti di penalità, ma ancora una volta il box-play del Lugano è ottimo. Davanti invece i bianconeri continuano a soffrire: la squadra di Serge Pelletier non riesce quasi mai ad arrivare al tiro.

Terzo tempo

Il tempo si apre con una penalità a McIntyre non sfruttata dal Ginevra. Al 44’23’’ è Jacquemet a commettere un fallo e il Lugano trova il pareggio al 44’37’’: Klasen pesca McIntyre nello slot, il canadese appoggia in rete. E al 46’30’’ è lo stesso McIntyre a non centrare il bersaglio a porta sguarnita. Al 49’04’’ è Karrer a finire sulla panchina dei cattivi: al 50’58’’ un tiro di Chorney si stampa sull’asta. Chi sbaglia paga: al 52’17’’ una grave indecisione di Zurkirchen permette a Rod di riportare avanti il Servette. Al 57’47’’ Pelletier chiama il time-out, Zurkirchen abbandona la sua porta. Al 58’50’’ Rod riceve due minuti per ritardo di gioco: l’assalto finale però non porta frutti.

IL TABELLINO

Lugano – Ginevra 1-2 (0-1, 0-0, 1-1)

Reti: 18’49’’ Wingels 0-1. 44’37’’ McIntyre (Klasen, in 5c5, esp. Jacquemet) 1-1. 52’17’’ Rod 1-2.

Spettatori: 5.806. Arbitri: Salonen/Tscherrig; Kaderli, Altmann. Penalità: 4x2’ c. Lugano; 5x2’ c. Ginevra.

Lugano: Zurkirchen; Chiesa, Wellinger; Klasen, McIntyre, Bertaggia; Loeffel, Chorney, Walker, Lajunen, Suri; Jecker, Vauclair; Fazzini, Sannitz, Lammer; Ronchetti, Morini; Bürgler, Romanenghi, Zangger.

Ginevra: Descloux; Jacquemet, Tömmernes ; Miranda, Fehr, Winnik ; Karrer, Maurer ; Wingels, Richard, Rod ; Mercier, Le Coultre, Maillard, Smirnovs, Bozon; Völlmin, Kast; Wick, Berthon, Douay.

Note: Lugano senza Jörg, Riva e Postma (infortunati); Ginevra privo di Riat e Fritsche (entrambi infortunati). Dal 57’51’’ al 58’40 e dal 58’40’’ al 58’50’’ Lugano senza portiere.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1