Due penalità ingenue castigano l’Ambrì

hockey

Leventinesi battuti 3-2 all’overtime dal Langnau – A segno Fora e il debuttante Nättinen

Due penalità ingenue castigano l’Ambrì
©KEYSTONE/Marcel Bieri

Due penalità ingenue castigano l’Ambrì

©KEYSTONE/Marcel Bieri

Due penalità ingenue castigano l’Ambrì
©KEYSTONE/Marcel Bieri

Due penalità ingenue castigano l’Ambrì

©KEYSTONE/Marcel Bieri

Due penalità ingenue castigano l’Ambrì
©KEYSTONE/Marcel Bieri

Due penalità ingenue castigano l’Ambrì

©KEYSTONE/Marcel Bieri

Due penalità ingenue castigano l’Ambrì
©KEYSTONE/Marcel Bieri

Due penalità ingenue castigano l’Ambrì

©KEYSTONE/Marcel Bieri

Due penalità ingenue castigano l’Ambrì
©KEYSTONE/Marcel Bieri

Due penalità ingenue castigano l’Ambrì

©KEYSTONE/Marcel Bieri

Due penalità ingenue castigano l’Ambrì
©KEYSTONE/Marcel Bieri

Due penalità ingenue castigano l’Ambrì

©KEYSTONE/Marcel Bieri

Due penalità ingenue castigano l’Ambrì
©KEYSTONE/Marcel Bieri

Due penalità ingenue castigano l’Ambrì

©KEYSTONE/Marcel Bieri

Sconfitta amara per l’Ambrì Piotta a Langnau. Avanti 2-1 fino a 64 secondi dalla terza sirena grazie alle reti di Fora e Nättinen (all’esordio stagionale), i leventinesi sono stati dapprima agguantati con il 2-2 di Earl, poi battuti all’overtime dalla rete di Brannström. Fatali due penalità evitabilissime: prima un cambio scorretto, poi un’ingenuità di D’Agostini, che ha continuato a giocare dopo aver perso il casco. Per i Tigers è il primo successo in campionato. Per i leventinesi la quarta battuta d’arresto in cinque partite. Di seguito la cronaca del match.

Primo tempo

Nei primi minuti - ma purtroppo solo in quelli - il ritmo è vivace e con pochissime interruzioni. Attorno al 7’ il Langnau vive un buon momento di pressione offensiva e va vicino al vantaggio con un’incursione di Diem. In seguito è l’Ambrì Piotta a conoscere una fase positiva in attacco, ma le conclusioni dei leventinesi sono troppo facili anche per un portiere inesperto come Zaetta. Al 10’45’’ Dal Pian spreca l’occasione più netta del primo tempo, dopo un disco recuperato nello slot da Grassi. Con lo scorrere del cronometro la sfida si fa molto meno coinvolgente rispetto alle battute iniziali, ad immagine del macchinoso power-play dei padroni di casa sul quale si chiude la prima frazione.

Secondo tempo

L’equilibrio si spezza al 22’28’’, quando Andersons devia in rete un tiro di Schilt per l’1-0 dei Tigers. Al 26’ Zwerger ci prova due volte con altrettante azioni personali alle quali manca sempre l’ultimo tocco. Al 29’ è Earl a non sfruttare un errore di Dal Pian davanti a Conz. Subito dopo Nättinen spreca sotto porta, ben servito da Grassi. Al 32’ si teme per un infortunio di Bianchi, andato a sbattere contro la balaustra, ma il capitano torna in pista già al cambio successivo. Al 35’51’’ i leventinesi pareggiano in power-play con un bel tiro dalla blu di Fora. Al 37’22’’ ecco il sorpasso firmato da Nättinen, che fa tutto da solo, tra tecnica e potenza fisica. Al 38’ Zaetta è decisivo su un tocco ravvicinato di Flynn.

Terzo tempo e overtime

Dopo 30 secondi Trisconi viene penalizzato, ma il power-play di casa pasticcia all’inverosimile. Sul ghiaccio domina la confusione. Al 46’ Leeger arriva a tu per tu con Conz, che rimedia al buco difensivo dei compagni. I Tigers prendono fiducia e al 46’40’’ colpiscono un palo con Diem. Al 49’39’’ i leventinesi conquistano un’altra superiorità numerica, rendendosi pericolosi con Nättinen e Kneubühler. Al 53’45’’ altra penalità contro i padroni di casa: stavolta il power-play leventinese non ne azzecca una. Al 57’09’’ è il Langnau a giocare con l’uomo in più. Franzén chiama il time-out al 58’03’’ e toglie subito Zaetta. Una mossa che dà i suoi frutti: al 58’56’’, infatti, i Tigers pareggiano con Earl, lesto a infilare in tuffo un disco non trattenuto da Conz. Si va all’overtime, ricco di emozioni. Al 61’21’’ Horansky conquista una superiorità numerica. Maxwell sfiora il gol in shorthand, mentre il power-play biancoblù crea troppo poco. Al 63’10’’ D’Agostini si fa ingenuamente espellere per aver continuato a giocare dopo aver perso il casco. In 4 contro 3, Brannström segna il gol della vittoria. La prima dei Tigers in questo campionato.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1