Fazzini: "Le reti? Arriveranno!"

L’attaccante del Lugano è andato in gol solo una volta: «Anche nella scorsa stagione non ero partito bene»

Fazzini: "Le reti? Arriveranno!"

Fazzini: "Le reti? Arriveranno!"

A Lugano ci si augura che sia arrivato il tempo delle conferme. Le vittorie contro Rapperswil e JYP Jväskylä in Champions League – entrambe con tanto di shutout di Merzlikins – hanno ridato fiducia a tutto l'ambiente bianconero. Ma ora in campionato è tempo di andare a conquistare punti anche lontano dalla Cornèr Arena: un successo stasera in casa del capolista Bienne lancerebbe probabilmente in modo definitivo la stagione del Lugano. Lo sa bene anche Luca Fazzini, come tutta la squadra ancora in cerca delle migliori sensazioni. Il cecchino implacabile dello scorso anno ancora non si è visto. È fermo a quota 1 gol, il «Fazz», ma l'attaccante ticinese non si scompone più di tanto. Anche perché, spulciando le statistiche, salta all'occhio come nella passata stagione dopo nove partite le reti al suo attivo erano soltanto due. Strano ma vero.

Come si sente allora Luca Fazzini?«Diciamo che nella mia carriera non ho quasi mai avuto degli inizi di stagione particolarmente brillanti. Pure l'anno scorso avevo penato prima di sbloccarmi. Io continuo a lavorare duro e penso a fare ciò che mi chiede l'allenatore. Mi concentro sulla fase difensiva e muovo il più possibile le gambe per farmi trovare nella giusta posizione: prima o poi i gol arriveranno. Ho imparato e capito che ci sono periodi in cui il disco non ne vuole sapere di entrare. Sono tranquillo insomma: devo solo continuare a provarci. Se penso che in passato a volte non riuscivo nemmeno ad andare al tiro...».

Ed allora in attesa dei gol del «Fazz» il Lugano si gode la qualificazione agli ottavi di finale della Champions League. Una bella iniezione di fiducia vero?«Assolutamente sì. Passare il turno in Champions era uno dei nostri obiettivi, come d'altra parte lo sono la Coppa Svizzera e il campionato. Non prendiamo sottogamba nessuna delle manifestazioni alle quali partecipiamo. In Finlandia forse non abbiamo disputato una partita bellissima, abbiamo sofferto e Elvis Merzlikins è stato ancora una volta grandissimo. Ma abbiamo lottato tutti insieme, come gruppo, e il nostro impegno è stato premiato. Questa può diventare una sfida importante nell'economia della nostra stagione, a patto però di confermare subito i progressi evidenziati, già a partire da questa sera a Bienne».

POTETE LEGGERE L'INTERVISTA INTEGRALE A PAGINA 21 DEL CDT DI OGGI

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Hockey
  • 1