Guerra: «Non era il nostro solito ritmo»

le reazioni dei bianconeri

Il difensore del Lugano analizza la sconfitta nel derby

Guerra: «Non era il nostro solito ritmo»
©KEYSTONE/Samuel Guerra

Guerra: «Non era il nostro solito ritmo»

©KEYSTONE/Samuel Guerra

«Non abbiamo giocato il miglior derby e nemmeno il nostro miglior hockey». L’analisi di Samuel Guerra è lucidissima: «Le due squadre ormai si conoscono bene e tatticamente si sono neutralizzate a lungo. A noi piace giocare ad alto ritmo, con intensità, ma stavolta ci siamo riusciti solo in rare occasioni. È una sconfitta che fa male, ma anche una lezione in più per il futuro».

Nei primi trenta minuti, i bianconeri sono caduti in undici liberazioni vietate. Tantissime, come lascia intendere la reazione stupita di Guerra appena gli riportiamo la statistica: «In questa fase della stagione stiamo capendo come vogliamo giocare. L’intenzione è quella di proporre un hockey veloce, caratterizzato da transizioni rapidissime tra la zona difensiva e quella offensiva. Quando non c’è il giusto sincronismo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1