I ricordi di Giroux: «Non gioco più, ma ad Ambrì tornerei gratis»

Hockey

L’ex attaccante canadese ci racconta la sua nuova vita in Québec e ripercorre le tre stagioni trascorse in Leventina

I ricordi di Giroux: «Non gioco più, ma ad Ambrì tornerei gratis»
CdT/Archivio

I ricordi di Giroux: «Non gioco più, ma ad Ambrì tornerei gratis»

CdT/Archivio

Tiro potente, sguardo sornione. Dopo ogni gol, l’apertura alare di Alexandre Giroux andava idealmente ad abbracciare l’intero popolo biancoblù. Non metteva tutti d’accordo, ma 74 gol in tre stagioni non si cancellano. Nei suoi anni in Leventina, il québécois ha lasciato il segno. E viceversa: «L’Ambrì – ci racconta – mi è rimasto nel cuore».

Alexandre Giroux è ormai un ex giocatore. «Ho smesso, sì. Ho 39 anni, sono un vecchietto». Quando ci risponde, in Québec sono le 9 del mattino. «La voglia di competizione era ancora viva, ma ho dato la precedenza alla famiglia, considerando che la bimba più piccola stava iniziando la scuola. Dopo aver salutato la Leventina nel 2016, ho trascorso una stagione difficile in KHL, a Zagabria, in un club con problemi finanziari. L’anno seguente avrei voluto ritirarmi,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1