Il Lugano non sa più vincere

hockey su ghiaccio

Bianconeri battuti per la quinta volta di fila: alla Corner Arena il Langnau vince 2-1

Il Lugano non sa più vincere
©KEYSTONE/Davide Agosta

Il Lugano non sa più vincere

©KEYSTONE/Davide Agosta

Il Lugano non sa più vincere
©KEYSTONE/Davide Agosta

Il Lugano non sa più vincere

©KEYSTONE/Davide Agosta

Il Lugano non sa più vincere

Il Lugano non sa più vincere

Il Lugano non sa più vincere

Il Lugano non sa più vincere

Il Lugano non sa più vincere

Il Lugano non sa più vincere

Aria sempre più pesante e qualche fischio alla Cornèr Arena. Il Lugano perde 1-2 contro il Langnau, subendo così la quinta sconfitta consecutiva. La settima in casa da inizio stagione. Il tutto tra segnali poco incoraggianti sul piano del gioco e della personalità. Passati rapidamente in vantaggio con Sannitz al 4’59’’, nei primi trenta minuti i bianconeri hanno sprecato più di un’occasione per raddoppiare, andando a sbattere sull’ottimo Punnenovs. Troppo incostante nel suo forecheck, la squadra di Sami Kapanen ha progressivamente permesso all’avversario, ben strutturato, di guadagnare terreno. Logico il pareggio nelle fasi finali del periodo centrale. Nel terzo tempo, poi, Klasen e compagni non sono riusciti a cambiare marcia. Da un errore di Suri in zona difensiva è così nata la rete decisiva dei Tigers al 52’. La timida reazione luganese non è andata oltre l’asta colpita da Sannitz. Di seguito la cronaca dell’intero match.

Primo tempo

Nei primi due minuti il Lugano subisce passivamente la pressione degli ospiti, che vanno al tiro cinque volte. Quando il forecheck bianconero comincia finalmente a ingranare, la partita prende un’altra piega. I padroni di casa sparacchiano a lato alcune buone occasioni, poi trovano il gol del vantaggio grazie a Sannitz, ben servito da Bürgler. La squadra di Kapanen diventa padrona del ghiaccio, ma al 9’ non sfrutta un lungo power-play, con ben 58 secondi di doppia superiorità numerica. Clamorosa l’occasione sprecata da Klasen e compagni, con quattro uomini indisturbati davanti al reattivo Punnenovs. Al 15’ il portiere lettone rimedia a un suo errore salvando miracolosamente su un aggiramento di Suri. Nel finale tornano a farsi vedere i Tigers, con Zurkirchen sempre attento.

Secondo tempo

Il periodo centrale si apre con un altro power-play bianconero: il primo blocco di specialisti si installa nel terzo per due minuti, senza però trovare la via della rete. Dopo una fase di pressione ospite, al 28’ è Chorney a sfiorare il raddoppio. Poco dopo un “liscio” avversario libera Bürgler davanti a Punnenovs, ma il numero 87 non ne approfitta. Scampato il pericolo, il Langnau torna a premere, complice un Lugano di nuovo troppo passivo. A furia di subire l’iniziativa avversaria, i padroni di casa incassano il pareggio al 35’59’’. Lo segna Pascal Berger, complice un intervento difettoso di Zurkirchen, che si lascia sfuggire il disco tra i gambali.

Terzo tempo

Nei primi cambi del terzo periodo i bianconeri provano ad accelerare. Il Langnau, ben organizzato, non si fa sorprendere. Al 50’ Fazzini e Klasen duettano in velocità, ma il topscorer svedese “cicca” la conclusione al volo. Al 51’54’’ ecco la frittata: Suri perde un disco vicino alla propria porta, Pesonen mette in difficoltà Zurkirchen e Diem spinge in rete il disco fermatosi sulla linea. Il Lugano prova a reagire, ma non ha fortuna: al 53’26’’, su una doppia conclusione di Sannitz, il disco sbatte prima sull’ispiratissimo Punnenovs e poi sulla traversa. Di fatto è l’ultimo sussulto della squadra di Kapanen, che toglie Zurkirchen al 58’40’’ senza ottenere nulla.

IL TABELLINO

Lugano – Langnau 1-2 (1-0, 0-1, 0-1)

Reti : 4’59 Sannitz (Bürgler) 1-0, 35’59 Berger (Pesonen) 1-1, 51’54 Pesonen 1-2).

Spettatori: 5.963. Arbitri: Salonen/Hungerbühler; Fuchs/Ambrosetti. Penalità: nessuna penalità c. Lugano; 3x2’ c. Langnau.

Lugano: Zurkirchen; Postma, Chorney; Fazzini, Lajunen, Klasen; Chiesa, Riva; Bürgler, Sannitz, Bertaggia; Loeffel, Vauclair; Lammer, Romanenghi, Suri; Jecker, Wellinger; Zangger, Haussener, Jörg.

Langnau: Punnenovs; Schilt, Blaser; Kuonen, Maxwell, Dostoinov; Leeger, Lardi; Berger, Diem, Pesonen; Cadonau, Huguenin, Schmutz, Earl, Neukom; Grossniklaus; Andersons, In-Albon, Rüegsegger.

Note: Lugano senza Morini e Walker (infortunati); Langnau privo di Melnalksnis, Gagnon, Erni, DiDomenico (tutti infortunati).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1