Il Lugano porta a casa la vittoria alla Vaudoise Arena

Hockey

I bianconeri si sono imposti contro il Losanna per 3 reti a 2 - È la sesta vittoria in sette partite

Il Lugano porta a casa la vittoria alla Vaudoise Arena
©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Il Lugano porta a casa la vittoria alla Vaudoise Arena

©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Il Lugano porta a casa la vittoria alla Vaudoise Arena
©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Il Lugano porta a casa la vittoria alla Vaudoise Arena

©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Il Lugano porta a casa la vittoria alla Vaudoise Arena
©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Il Lugano porta a casa la vittoria alla Vaudoise Arena

©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Il Lugano porta a casa la vittoria alla Vaudoise Arena
©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Il Lugano porta a casa la vittoria alla Vaudoise Arena

©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Il Lugano porta a casa la vittoria alla Vaudoise Arena
©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Il Lugano porta a casa la vittoria alla Vaudoise Arena

©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Il Lugano porta a casa la vittoria alla Vaudoise Arena
©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Il Lugano porta a casa la vittoria alla Vaudoise Arena

©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Il Lugano porta a casa la vittoria alla Vaudoise Arena
©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Il Lugano porta a casa la vittoria alla Vaudoise Arena

©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Il Lugano porta a casa la vittoria alla Vaudoise Arena
©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Il Lugano porta a casa la vittoria alla Vaudoise Arena

©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Alla Vaudoise Arena il Lugano trova la sesta vittoria nelle ultime 7 partite (la decima nelle ultime tredici). Contro il Losanna la partita finisce 2 a 3 per i bianconeri. In porta, dopo la vittoria nel derby, viene confermato Niklas Schlegel, mentre in difesa c’è l’esordio stagionale di Giovanni Morini, che gioca in quarta linea al fianco di Massimo Ronchetti. Il nuovo centro svedese Johan Ryno, dal canto suo, non figura sul foglio partita nemmeno come giocatore in sovrannumero.

Primo tempo

Primo tempo disciplinato: per vedere la prima penalità bisogna aspettare il 19’11’’ quando Matteo Nodari viene mandato sulla panchina dei ‘cattivi’ per aggancio. Il Lugano non approfitta dell’occasione: 42’’ più tardi è Klasen a ricevere 2’ per bastone alto. Facciamo però un passo indietro. Dopo le prime fasi di studio, sono i bianconeri a farsi preferire per manovra, il Losanna rimane tuttavia pericoloso tanto che dopo 20’ i tiri in porta sono 7 a 5 per i biancorossi.

Secondo tempo

Il Losanna scende in pista con un altro piglio e schiaccia i bianconeri. È però il Lugano a trovare il vantaggio al 28’21’’. Romanenghi ruba il disco a Frick e trafigge Stephan. Al 32’58’’ penalità contro Vauclair, costretto a sgambettare Bertschy, solo davanti a Schlegel. Il box dei ticinesi è perfetto, tanto che sono loro a rendersi più pericolosi con McIntyre, che tuttavia non trova il raddoppio. Al 39’05’’ la truppa di Pelletier può beneficiare di un powerplay.

Terzo tempo e overtime

Pronti, via e gol del Lugano in superiorità numerica. Fazzini tira e la sua conclusione viene deviata dal bastone di Lindbohm che cerca di anticipare Klasen. Il Losanna chiede il coach-challenge per ostruzione dello svedese su Stephan; gli arbitri convalidano però la rete. Al 44’29’’ viene espulso Chiesa, i padroni di casa ne approfittano e accorciano le distanze con Herren. Al 47’59’’ i vodesi trovano il pareggio, Grenier tira e Vauclair, nel tentativo di anticipare Vermin, calcia il disco in porta. Pelletier si accorge del momento difficile e chiede un time-out. I vodesi continuano a farsi preferire, ma il risultato non cambia più: si va all’overtime. Nulla di fatto anche nei 5’ in tre contro tre: si va ai rigori dove decide Loeffel al 5. tiro.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1