Il Lugano riparte con una sconfitta di misura

Hockey

Lo Zurigo si impone per 3-2 - FOTO

Il Lugano riparte con una sconfitta di misura
© KEYSTONE/Ti-Press/Samuel Golay

Il Lugano riparte con una sconfitta di misura

© KEYSTONE/Ti-Press/Samuel Golay

Il Lugano riparte con una sconfitta di misura
© KEYSTONE/Ti-Press/Samuel Golay

Il Lugano riparte con una sconfitta di misura

© KEYSTONE/Ti-Press/Samuel Golay

Il Lugano riparte con una sconfitta di misura
© KEYSTONE/Ti-Press/Samuel Golay

Il Lugano riparte con una sconfitta di misura

© KEYSTONE/Ti-Press/Samuel Golay

Il Lugano riparte con una sconfitta di misura
© CdT/Gabriele Putzu

Il Lugano riparte con una sconfitta di misura

© CdT/Gabriele Putzu

Il Lugano riparte con una sconfitta di misura
© CdT/Gabriele Putzu

Il Lugano riparte con una sconfitta di misura

© CdT/Gabriele Putzu

Il Lugano riparte con una sconfitta di misura
© CdT/Gabriele Putzu

Il Lugano riparte con una sconfitta di misura

© CdT/Gabriele Putzu

Il Lugano riparte con una sconfitta di misura
© KEYSTONE/Ti-Press/Samuel Golay

Il Lugano riparte con una sconfitta di misura

© KEYSTONE/Ti-Press/Samuel Golay

Fermo dal 23 dicembre, il Lugano è ripartito con una sconfitta di misura, al termine di una prestazione comunque di misura. I bianconeri, anche piuttosto sfortunati, sono stati superati per 3-2 dagli ZSC Lions.

Primo tempo

Dopo un’occasione per Boedker, al 2’30’’ Weber riceve due minuti di penalità: solo Herburger riesce ad impegnare Kovar. Dall’altra parte è Sigrist a mettere in difficoltà Schlegel. Al 10’08’’ è Herburger a ricevere una penalità per sgambetto: il box bianconero regge senza particolari problemi. Malgin prova lo spunto personale al 13’26’’, ma Schlegel è attento. Il portiere del Lugano poco più tardi si oppone con successo ad un pericoloso tentativo di Sopa. I bianconeri cercano soprattutto di non scoprirsi: in contropiede Fazzini impegna Kovar. Al 19’05’ lo ZSC passa in vantaggio grazie a Geering.

Secondo tempo

Il Lugano riparte spingendo e Carr, al 21’44’, sfiora la rete del pareggio. I bianconeri prendono d’assalto la difesa zurighese: ci prova anche Fazzini, ma il suo tiro è deviato. Il gol è nell’aria e arriva al 25’28’’: grande azione di Carr e davanti alla porta Arcobello non sbaglia. Al 26’23’’ si fa espellere Schäppi, ma il Lugano fatica in power-play. Al 29’04’’ esce Truttmann: Joesphs colpisce il palo con una deviazione. Arriva anche la terza superiorità consecutiva (fuori Bodenmann): stavolta Josephs, al 31’52’’, non lascia scampo a Kovar. Contro l’andamento del gioco, al 35’35’’ lo ZSC pareggia con Quenneville.

Terzo tempo

Nei primissimi minuti del periodo le due squadre pensano soprattutto a non correre rischi. La prima occasione, dopo quasi cinque minuti di gioco, è zurighese: Bodenmann impegna Schlegel da distanza ravvicinata. Il Lugano risponde con una deviazione dell’attivissimo Josephs. Lo Zurigo spinge e al 47’24’’ trova il nuovo vantaggio con Krüger, il più lesto davanti a Schlegel. Il Lugano appare stanco e accusa il colpo. Al 53’51’’ lo stesso Krüger viene penalizzato, ma il Lugano non punge. Al 58’33’ Schlegel abbandona la sua porta: il Lugano ci prova, ma il pareggio non arriva.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1

    Un successo che rallegra ma il livello dovrà alzarsi

    National League

    I bianconeri infilano sette volte la squadra dell’Emmental e possono ancora sperare di ambire al sesto posto - Decisiva la doppietta di Loic Vedova: «Ora dobbiamo assolutamente entrare in quella specie di modalità playoff»

  • 2
  • 3
  • 4

    La rivincita di Fatton, l’ira di Pestoni

    Hockey

    Il portiere del Lugano si è riscattato alla grande dopo la serataccia di Zugo: «Conosco il mio valore» - Il topscorer dell’Ambrì Piotta non nasconde la propria irritazione per l’ennesimo match gettato alle ortiche: «Non impariamo mai dai nostri errori, quando c’è da c...re non c’è più m...a»

  • 5

    La cavalcata di Troy annichilisce l’Ambrì Piotta

    Hockey

    Il canadese trascina il Lugano al successo sui biancoblù - La rete bianconera ottenuta in inferiorità numerica cambia l’inerzia del match - Arcobello e compagni ottengono l’undicesima vittoria negli ultimi dodici derby

  • 1
  • 1