Il Lugano soffre e si impone a Ginevra

Hockey

I bianconeri vincono 2 a 0 fuori casa grazie alle reti di Wellinger e Walker

 Il Lugano soffre e si impone a Ginevra
©Keystone/Salvatore Di Nolfi

Il Lugano soffre e si impone a Ginevra

©Keystone/Salvatore Di Nolfi

I bianconeri si impongono a Ginevra al termine di una gara in cui hanno saputo mescolare bene solidità e cinismo. Decisive le reti di Wellinger al primo minuto e di Walker negli ultimi secondi del periodo centrale, ma anche l'organizzazione difensiva mostrata dalla squadra di Pelletier per tutti i 60'. Il Lugano, grazie alla sua quarta vittoria nelle ultime cinque partite, risale la classifica e raggiunge il settimo posto. I bianconeri rompono gli indugi dopo 24’’ con Wellinger, ben servito da McIntyre al primo cambio della partita. Il primo brivido dei padroni di casa arriva invece solo al 6’, con un velenoso tiro di Tömmernes. In powerplay, Rod sfiora il pareggio in più occasioni ma Zurkirchen è un muro. La squadra di Pelletier, poco presente davanti, non concede però nulla in retroguardia. L’ultimo sussulto del primo tempo, ancora con l’uomo in più, è di Fehr.

Nel periodo centrale le coordinate non cambiano e il Ginevra preme con insistenza alla ricerca del pareggio, mentre Chiesa e compagni fanno quadrato attorno a “Zuri”. Dalle parti di Mayer si fanno vedere solo Walker e Chorney, mentre sul fronte opposto le occasioni dei padroni di casa si infrangono contro il solido estremo difensore bianconero. A 12’’ dalla seconda sirena la beffa per i ginevrini è servita: Wellinger, Suri e Walker confezionano il raddoppio in contropiede. Gli arbitri vanno a rivedere al video un presunto tocco con la mano di Suri sull'azione che porta al gol, ma la rete è accordata. Negli ultimi 20' il disco è sempre sul bastone dei giocatori granata, ma i bianconeri sono ben organizzati e concedono poche vere occasioni. Gli uomini di Pelletier non sfruttano l’unico powerplay di serata derivante da un brutto intervento di Rod su Bertaggia, ma si difendono nel migliore dei modi nei minuti successivi. Il Ginevra sembra ormai non averne più per girare la partita e l’intera squadra regala a Zurkirchen uno shutout importante.

GINEVRA SERVETTE 0

LUGANO 2

0-1, 0-1, 0-0

Reti: 0’24’’ Wellinger (McIntyre-Bertaggia) 0-1; 39’48’’ Walker (Suri-Wellinger).

Spettatori: 5.788.

Arbitri: Tscherrig e Kaukokari (Progin e Gnemmi).

Penalità: 1x2' contro G. Servette; 3x2’ c. Lugano.

G. Servette: Mayer; Tömmernes, Le Coultre; Rod, Richard, Bozon; Maurer, Karrer; Miranda, Fehr, Wingels; Kast, Jacquemet; Maillard, Smirnovs, Patry; Smons; Douay, Berthon, Riat; Cajka.

Lugano: Zurkirchen; Wellinger, Chorney; Bertaggia, McIntyre, Klasen; Riva, Chiesa; Suri, Lajunen, Bürgler; Vauclair, Loeffel; Lammer, Sannitz, Fazzini; Jecker; Walker, Romanenghi, Zangger; Jörg.

Note: G. Servette senza Wick, Mercier, Völlmin, Fritsche (inf.) e Winnik (sospeso). Lugano s. Morini (inf.), Postma, Ronchetti (in sovr.) e Haussener (Ticino Rockets). Time-out: Ginevra 58’56’’.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1