Il Lugano torna a vincere

HOCKEY

I bianconeri si impongono 3-1 sul Friburgo

Il Lugano torna a vincere
© KEYSTONE/Peter Klaunzer

Il Lugano torna a vincere

© KEYSTONE/Peter Klaunzer

Il Lugano torna a vincere

Il Lugano torna a vincere

Il Lugano torna a vincere

Il Lugano torna a vincere

Il Lugano torna a vincere

Il Lugano torna a vincere

Il Lugano torna a vincere

Il Lugano torna a vincere

Il Lugano torna a vincere

Il Lugano torna a vincere

Il Lugano torna a vincere

Il Lugano torna a vincere

Il Lugano torna a vincere

Il Lugano torna a vincere

Il Lugano torna a vincere

Il Lugano torna a vincere

Il Lugano torna a vincere

Il Lugano torna a vincere

Vittoria importante per il Lugano, che a Friburgo si impone 3-1 ed esce, per una sera almeno, dalla crisi.

Nei primi 20’ è la noia a farla da padrona. I bianconeri provano a colpire in powerplay, ma la difesa friburghese è attenta e concede poco spazio davanti a Berra. Al 6’ Mottet sfiora il primo gol della partita, ma il suo disco finisce a lato. Un giro di orologio più tardi sbaglia anche Fazzini, che ha un buon disco sulla paletta del bastone ma non ne approfitta. In un primo tempo privo di emozioni e spunti, con il passare dei minuti è il Friburgo a farsi più presente - senza successo – in zona offensiva.

Il primo brivido del periodo centrale arriva al 28’ con Postma: al termine di un’azione insistita dei bianconeri il difensore canadese sbaglia un’occasione clamorosa. I padroni di casa replicano in powerplay con Stalberg, Sprunger e Brodin. La rete d’apertura, però, la sigla Lajunen al 34’ servito nello slot da un ottimo passaggio di Suri. Gli uomini di Dubé non sfruttano una situazione con l’uomo in più e a 37’’ dalla pausa un’incursione di Chiesa regala il doppio vantaggio agli ospiti.

Il Friburgo al primo affondo riduce le distanze con Gunderson al 44’. I padroni di casa pattinano di più e cercano con insistenza il pareggio e nello spazio di pochi minuti a fermare Rossi e Stalberg ci pensa Zurkirchen con due grandi interventi. La partita rimane appesa a un filo fino al 59’38’’, quando Chorney infila dalla distanza il gol del definitivo 3-1.

FRIBURGO 1

LUGANO 3

0-0, 0-2, 1-1

Reti: 33’48’’ Lajunen (Suri-Loeffel) 0-1; 39’23’’ Chiesa 0-2; 43’16’’ Gunderson (Desharnais) 1-2; 59’38’’ Chorney 1-3.

Spettatori: 5.701

Arbitri: Tscherrig e Fluri (Kaderli e Steenstra).

Penalità: 2x2' contro Friburgo; 3x2’ c. Lugano.

Friburgo: Berra; Chavaillaz, Abplanalp; Lhotak, Walser, Rossi; Stalder, Gunderson; Mottet, Desharnais, Brodin; Marti, Kamerzin; Stalberg, Bykov, Sprunger; Gähler; Marchon, Schmutz, Schmid; T. Vauclair.

Lugano: Zurkirchen; Chorney, Postma; Klasen, Lajunen, Bürgler; Riva, Chiesa; Bertaggia, Sannitz, Fazzini; J. Vauclair, Loeffel; Suri, Romanenghi, Lammer; Jecker; Jörg, Haussener, Zangger; Walker.

Note: Friburgo senza Furrer, Forrer (inf.) e Lauper (in sovr.). Lugano s. Morini e Wellinger (inf.). “Timeout”: Friburgo 58’19’’. Friburgo senza portiere dal 58’41’’ al 59’38’’.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1