Il Lugano umilia l’Ajoie

Hockey

A Porrentruy finisce 7-2 per i bianconeri, a segno con sei giocatori diversi

Il Lugano umilia l’Ajoie
© KEYSTONE/Georgios Kefalas

Il Lugano umilia l’Ajoie

© KEYSTONE/Georgios Kefalas

Il Lugano umilia l’Ajoie

Il Lugano umilia l’Ajoie

Il Lugano umilia l’Ajoie

Il Lugano umilia l’Ajoie

Il Lugano si impone largamente per 7-2 sul ghiaccio di Porrentruy contro un Ajoie poco concentrato. I bianconeri sfruttano in particolare gli errori della retroguardia giurassiana e vanno a segno con 6 giocatori diversi.

Nei primi minuti è l’imprecisione difensiva da parte di entrambe le squadre a farla da padrone: Thürkauf da una parte e Asselin dall’altra sono i primi a crearsi delle nitide occasioni da rete. Nei larghi spazi lasciati dalla retroguardia giurassiana si esalta poi Morini, che al 4’ sorprende per la prima volta Tim Wolf e in seguito non concretizza un 3 contro 1. All’11’ un clamoroso disco perso dal casco giallo Eigenmann permette a Thürkauf di presentarsi solo davanti al portiere giallonero e di siglare il raddoppio. Al 15’18’’ Alatalo mette a segno il terzo gol, infilando alla sinistra di Wolf un tiro lento ma insidioso. I padroni di casa si fanno poi vedere con Romanenghi, che colpisce il palo in shorthand al 18’.

Secondo tempo
Ai bianconeri bastano pochi minuti per chiudere la pendenza: al 22’44’’, in inferiorità numerica (espulso Arcobello), Fazzini fulmina Wolf e mette a segno il quarto gol di serata. Tra i giurassiani l’unico a rendersi davvero pericoloso è Hazen a più riprese, ma il disco non entra. Josephs prima e la coppia Carr-Arcobello poi si trovano a tu per tu con il portiere dell’Ajoie ma si fanno ipnotizzare. Al 34’ – da un altro errore difensivo dei padroni di casa - Walker infila anche la quinta rete. Il gol della bandiera lo trova Joggi al 36’30’’ con un violento tiro, ma a poco più di un minuto dalla sirena Loeffel segna pure il sesto gol.

Terzo tempo
Gli ultimi 20’ si aprono con un nuovo gol del Lugano dopo appena 81 secondi: è Loeffel a firmare la personale doppietta e far prendere ulteriormente il largo agli uomini di McSorley. Senza più strafare, il Lugano cerca di tenere al largo da Schlegel gli attaccanti giurassiani. I padroni di casa in powerplay sfiorano il secondo gol prima con Hazen – che è però impreciso – e poi con Gauthier-Leduc, ma il suo tiro si stampa sul palo. Al 53’46’’ i padroni di casa possono festeggiare una seconda volta: Frossard si invola a tu per tu verso Schlegel e accorcia leggermente le distanze. L’Ajoie ha poi la possibilità di giostrare per 2’ in doppia superiorità numerica, ma il disco non entra. Non succede più nulla: il Lugano si impone con un netto 2-7.

Ajoie-Lugano 2-7
0-3, 1-3, 1-1

Reti: 3’47’’ Morini (Boedker) 0-1. 10’34’’ Thürkauf 0-2. 15’18’’ Alatalo (Riva) 0-3. 22’44’’ Fazzini, in 5c4!, esp. Arcobello) 0-4. 33’48’’ Walker (Traber) 0-5. 36’30’’ Joggi (Hauert) 1-5. 38’43’’ Loeffel (Boedker) 1-6. 41’21’’ Loeffel 1-7. 53’46’’ Frossard (Frei) 2-7.

Spettatori: 2.843.

Arbitri: Tscherrig/Hugenbühler (Kehrli/Wolf).

Penalità: 1x2’ c. Ajoie; 6x2’ c. Lugano.

Ajoie: Wolf; Gauthier-Leduc, Eigenmann; Hazen, Devos, Asselin; Rouiller, Hauert; Huber, Frossard, Joggi; Birbaum, Helfer; Rohrbach, Romanenghi, Schmutz; Schnegg, Pouilly; Frei, Ness, Bogdanov.

Lugano: Schlegel; Alatalo, Riva; Fazzini, Arcobello, Carr; Loeffel, Müller; Boedker, Herburger, Morini; Nodari, Wolf; Bertaggia, Thürkauf, Josephs; Chiesa, Walker; Traber, Tschumi, Stoffel.

Note: Ajoie senza Gfeller e Macquat (in sovr.). Lugano s. Haussener (inf.), Guerra e Vedova (in sovr.). Pali: 17’15’’ Romanenghi; 37’51’’ Hazen; 49’30’’ Gauthier-Leduc.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1