Il primo derby di McSorley: «Duca e Pestoni li volevo a Ginevra»

Hockey

L’allenatore del Lugano ci racconta la sua personale rivalità con i leventinesi: «Con loro sono sempre state delle guerre»

Il primo derby di McSorley: «Duca e Pestoni li volevo a Ginevra»
© CdT/Gabriele Putzu

Il primo derby di McSorley: «Duca e Pestoni li volevo a Ginevra»

© CdT/Gabriele Putzu

Chris McSorley contro l’Ambrì Piotta. «È sempre stata una guerra sin dai tempi di Ginevra», racconta l’allenatore del Lugano alla vigilia del suo primo derby ticinese, in programma stasera alla Gottardo Arena. Nel 2004, il documentario Les règles du jeu di Pierre Morath e Nicholas Peart seguì dall’interno la serie di playoff tra il Servette e i leventinesi, portando le telecamere nello spogliatoio granata. «Ma io lo considero un film irrealistico», ci confessa il 59.enne tecnico canadese. «Emerge unicamente il mio lato più irascibile, per due ore ci sono soltanto io che sbraito contro chiunque. Manca una parte molto importante della mia personalità, del mio carattere. Non mi si vede mai felice e sorridente. È come se dei genitori girassero un video sul loro bambino mostrando unicamente le urla...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1