«Il regalo di compleanno perfetto? Poter riaccogliere alla pista i nostri tifosi»

La storia

Ottant’anni fa, l’11 febbraio del 1941, veniva ufficialmente fondato l’HC Lugano. Con l’aiuto dell’attuale presidente Vicky Mantegazza ripercorriamo i momenti più salienti della gloriosa storia del club bianconero, legata indissolubilmente a quella della sua famiglia

«Il regalo di compleanno perfetto? Poter riaccogliere alla pista i nostri tifosi»
La grande festa del Lugano dell’allora presidente Geo Mantegazza (in basso a sinistra) nel 1986, dopo aver conquistato il primo titolo di Lega Nazionale A della propria storia. © Keystone

«Il regalo di compleanno perfetto? Poter riaccogliere alla pista i nostri tifosi»

La grande festa del Lugano dell’allora presidente Geo Mantegazza (in basso a sinistra) nel 1986, dopo aver conquistato il primo titolo di Lega Nazionale A della propria storia. © Keystone

«Per essere un ottantenne, direi che il Lugano è decisamente molto vispo e in piena forma». Ci accoglie così, il presidente Vicky Mantegazza, quando le chiediamo come sta il suo club, giunto a questo importante traguardo: «Continua a lottare e non mollare di un centimetro, come ci ha sempre abituati. Però anche lui paga un po’ un momento che a livello globale non è felice per nessuno. Non è bello festeggiare da soli un compleanno così importante...».

Un laghetto ghiacciato

No, il periodo storico non è dei più favorevoli. Ma d’altronde non lo era nemmeno quello in cui venne ufficialmente fondato il club bianconero. Nel 1941, in piena seconda guerra mondiale, un gruppo di persone che si divertiva a giocare su un laghetto ghiacciato - magari anche per sfuggire alle difficoltà del periodo bellico...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1