L’Ambrì crea e lotta ma perde a Zurigo

hockey su ghiaccio

Gli uomini di Luca Cereda, per due volte in vantaggio, si arrendono ai Leoni per 5-3 - Decisivo un terzo tempo in cui sono mancate energia e lucidità - LE FOTO

 L’Ambrì crea e lotta ma perde a Zurigo
©KEYSTONE/Enio Leanza

L’Ambrì crea e lotta ma perde a Zurigo

©KEYSTONE/Enio Leanza

 L’Ambrì crea e lotta ma perde a Zurigo
©KEYSTONE/Enio Leanza

L’Ambrì crea e lotta ma perde a Zurigo

©KEYSTONE/Enio Leanza

 L’Ambrì crea e lotta ma perde a Zurigo
©KEYSTONE/Enio Leanza

L’Ambrì crea e lotta ma perde a Zurigo

©KEYSTONE/Enio Leanza

 L’Ambrì crea e lotta ma perde a Zurigo
©KEYSTONE/Enio Leanza

L’Ambrì crea e lotta ma perde a Zurigo

©KEYSTONE/Enio Leanza

 L’Ambrì crea e lotta ma perde a Zurigo
©KEYSTONE/Enio Leanza

L’Ambrì crea e lotta ma perde a Zurigo

©KEYSTONE/Enio Leanza

 L’Ambrì crea e lotta ma perde a Zurigo
©KEYSTONE/Enio Leanza

L’Ambrì crea e lotta ma perde a Zurigo

©KEYSTONE/Enio Leanza

Si ferma a due la striscia di vittorie dell’Ambrì. I leventinesi, dopo i successi casalinghi con Langnau e Bienne, capitolano all’Hallenstadion. La prestazione, nel complesso, c’è stata. A differenza delle ultime due partite, vinte con delle frazioni finali perfette, è proprio stato il periodo conclusivo a condannare i ticinesi.

L’Ambrì è entrato bene in materia, mostrando sin dai primi cambi un atteggiamento concreto e risoluto. Lo Zurigo, forse sorpreso dal gagliardo dinamismo degli ospiti, ha faticato a trovare soluzioni d’alleggerimento efficaci, scoprendosi frammentario. Sugli sviluppi di una penalità comminata a Denis Hollenstein è così arrivato il punto del vantaggio biancoblù, siglato al quarto minuto di gioco da Michael Fora, con una sassata dalla media distanza. Messo il naso avanti, i ticinesi hanno però faticato a tenere tra le mani le redini della contesa. Complice la veemente reazione dei Leoni e una manovra ospite non più scorrevole come nelle fasi d’avvio, gli equilibri in pista sono andati via via mutando. Sempre più padrone del ghiacco, lo Zurigo è riuscito a innescare i suoi uomini di maggior talento offensivo, attestandosi su ritmi difficilmente gestibili dagli avversari. Se in un primo tempo l’Ambrì non si è scomposto più di tanto, la pregiata rete di Raphael Prassl e quella in mischia di Pius Suter, oltre a capovolgere il risultato, hanno inaugurato un passaggio a vuoto degli uomini di Luca Cereda, che sono sì riusciti a barcamenarsi alla prima pausa senza subire ulteriori gol, sembrando tuttavia in totale balia dei Leoni, anche sfortunati nello scheggiare i ferri della gabbia leventinese a più riprese.

La seconda frazione, inizialmente, è stata ancora gestita dallo Zurigo. Il dominio locale è però svanito, rintuzzato da un Ambrì di nuovo pimpante. Incamerata la fiducia necessaria, i ticinesi sono tornati a farsi vivi dalle parti di Lukas Flüeler, riequilibrando il risultato con Dominic Zwerger al 39’.

Quando tutto lasciava intendere un finale di partita a decise tinte biancoblù, anche e soprattutto in virtù del ritrovato vantaggio agguantato da capitan Elias Bianchi in entrata di terzo tempo, ecco l’ennesimo stravolgimento: prima ancora Prassl – doppietta per lui – e poi Tim Berni hanno rimesso avanti lo Zurigo. La rete a porta vuota di Garrett Roe ha chiuso la sfida sul 5 a 3 per i padroni di casa.

IL TABELLINO

ZSC Lions – Ambrì Piotta 5-3 (2-1, 0-1, 3-1)

Reti. 3’31 Fora (Müller, in 4c5, esp. Hollenstein) 0-1, 7’45 Prassl (Noreau) 1-1, 13’55 Suter (Wick) 2-1, 38’27 Zwerger (Müller) 2-2, 43’22 Bianchi (Plastino) 2-3, 48’38 Prassl (Berni) 3-3, 50’14 Berni 4-3, 59’33 Roe (a porta vuota) 5-3.

Spettatori : 8.695. Arbitri : Tscherrig/Müller ; Kaderli/Ambrosetti. Penalità: 1x2’ c. ZSC; 3x2’ c. Ambrì.

ZSC Lions: Flüeler; Marti, Noreau ; Wick, Roe, Suter ; Geering, Baltisberger; Sigrist, Prassl, Pettersson; Berni, Trutmann; Hollenstein, Diem, Bodenmann; Sutter; Pedretti, Schäppi, Simic; Hinterkircher.

Ambrì Piotta; Hrachovina; Dotti, Fora; Sabolic, Flynn, Hofer; Fischer, Plastino; Zwerger, Müller, Trisconi; Ngoy, Fohrler; Bianchi, Goi, Incir; Pinana, Jelovac; Kneubuehler, Dal Pian, Neunenschwander.

Note: ZSC Lions senza Blindenbacher, Nilsson, Chris Baltisberger e Krüger (tutti infortunati); Ambrì Piotta privo di Novotny, Conz, Rohrbach e Kostner (tutti infortunati) e D’Agostini (ammalato). Al 15’ Pedretti, infortunato, non entrerà più sul ghiaccio.

GLI ALTRI RISULTATI E LA CLASSIFICA

Ginevra Servette – Friburgo Gottéron d.s. 2-3; Rapperswil Lakers – Langnau Tigers 1-2 ; Losanna – Davos 1-7 ; Zugo – Berna 5-2

LNA (8. giornata): 1. Ginevra Servette 8/17. 2. Zurigo Lions 8/17. 3. Bienne 8/15. 4. Zoug 7/11. 5. Langnau Tigers 7/10. 6. Rapperswil-Jona Lakers 6/9. 7. Losanna 6/9. 8. Lugano 6/7. 9. Berna 7/7. 10. Ambri-Piotta 7/7. 11. Davos 4/6. 12. Friburgo Gottéron 4/2.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1