L’Ambrì Piotta annichilisce il Friburgo

hockey su ghiaccio

Sull’onda dell’emozione di giocare nella nuova pista, i leventinesi non falliscono l’appuntamento con la vittoria e sconfiggono i burgundi per 6-2 - FOTOGALLERY E VIDEO

L’Ambrì Piotta annichilisce il Friburgo
©KEYSTONE/Samuel Golay

L’Ambrì Piotta annichilisce il Friburgo

©KEYSTONE/Samuel Golay

L’Ambrì Piotta annichilisce il Friburgo
Un gasatissimo Luca Cereda. ©KEYSTONE/Alessandro Crinari

L’Ambrì Piotta annichilisce il Friburgo

Un gasatissimo Luca Cereda. ©KEYSTONE/Alessandro Crinari

L’Ambrì Piotta annichilisce il Friburgo
©KEYSTONE/Alessandro Crinari

L’Ambrì Piotta annichilisce il Friburgo

©KEYSTONE/Alessandro Crinari

L’Ambrì Piotta annichilisce il Friburgo
©KEYSTONE/Samuel Golay

L’Ambrì Piotta annichilisce il Friburgo

©KEYSTONE/Samuel Golay

L’Ambrì Piotta annichilisce il Friburgo
©CDT/Gabriele Putzu

L’Ambrì Piotta annichilisce il Friburgo

©CDT/Gabriele Putzu

L’Ambrì Piotta non stecca la prima partita casalinga nella nuova pista e davanti ad un pubblico entusiasta batte per 6-2 il Friburgo Gottéron che sino a ieri non aveva ancora subito una battuta d’arresto.

Primo tempo

A incidere il suo nome nella storia è dunque stato Johnny Kneubühler, autore della prima rete biancoblù nella neo-struttura, colma sino a scoppiare. Di energia, di tifo, di commozione.

L’entusiasmo di giocare finalmente nella nuova Valascia, denominata Gottardo Arena o Stadio Multifunzionale in attesa della designazione del nome ufficiale molto probabilmente legato ad uno degli sponsor, galvanizza l’Ambrì Piotta che parte a spron battuto e annichilisce il Friburgo grazie ad una tripletta siglata tra l’1’24’’ e l’8’52’’, quando l’allenatore dei burgundi Christian Dubé decide di sostituire il portiere Connor Hughes con Reto Berra.

L’entrata in scena dell’esperto estremo difensore calma un po’ le acque agitate dell’incontro ed il Gottéron si fa timidamente vedere dalle parti di Conz, sorpreso attorno al 12’ da un tiro beffardo di Walser. L’Ambrì continua a creare occasioni, ma il settore difensivo burgundo fa buona guardia. Ed è sul 3-1 che le squadre rientrano negli spogliatoi per la prima pausa.

Secondo tempo

Il ritorno sul ghiaccio vede il Friburgo un po’ più pimpante: gli uomini di Dubé cercano di insediarsi il più possibile nel terzo difensivo dell’Ambrì, in attesa dell’occasione giusta per realizzare. In contro tendenza è invece un’azione solitaria di Isacco Dotti a permettere ai biancoblù di ripristinare le due distanze di vantaggio dopo poco meno di quattro minuti di gioco dalla ripresa del gioco. Da quel momento gli uomini di Cereda non mollano più il controllo delle manovre e mantengono alta la concentrazione. Il Friburgo ci prova a metterli in difficoltà, ma Fora e compagni rispondono anche in modo fisico, senza lasciarsi intimorire. La partita si indirizza sui giusti binari e l’atmosfera si fa incandescente, il tifo non cessa e la bolgia è servita.

Terzo tempo

Praticamente nulla cambia nella terza frazione. I leventinesi continuano a premere e tra i nuovi protagonisti in maglia biancoblù è Brandon Kozun a mettersi in evidenza. Una vera spina nel fianco della difesa friburghese, che non sa più che pesci pigliare. Ad abbellire il risultato ci pensa Zaccheo Dotti al 43’ e poi la partita si trascina - complice un certo rilassamento -, tra alcune opportunità dell’Ambrì e nessuna da parte del Gottéron, verso il festoso finale e i primi punti pieni dei leventinesi per un debutto perfettamente riuscito al canto della Montanara. Evviva.

IL TABELLINO

Ambrì Piotta – Friburgo Gottéron 6-2 (3-1, 2-1, 1-0)

Reti: 1’24’ Kneubühler (Kozun) 1-0. 3’42’’ Kozun (Heim, in 5c4, esp. Furrer) 2-0. 8’52’’ Kozun (Kneubühler) 3-0. 11’26’’ Walser (Marchon) 3-1. 23’39’’ I. Dotti 4-1. 25’22’’ Bykov (Jörg, in 4c5!, esp. Chavaillaz) 4-2. 39’36’’ McMillan (Hächler) 5-2. 42’15’’ Z. Dotti 6-2.

Spettatori: 6.775 (tutto esaurito). Arbitri: Wiegand/Fluri; Cattaneo/Fuchs. Penalità: 6x2’ c. Ambrì Piotta; 5x2’ c. Friburgo Gottéron.

Ambrì Piotta: Conz; Fora, I. Dotti; Kozun, Regin, Kneubühler; Hietanen, Burren; Bürgler, Heim, Zwerger; Fohrler, Z. Dotti; Pestoni, Grassi, McMillan; Hächler; Trisconi, Kostner, Bianchi; Dal Pian.

Friburgo: Hughes (8’52’’Berra); Gunderson, Sutter; Sprunger, Bykov, DiDomenico; Diaz, Furrer; Marchon, Walser, Jörg; Kamerzin, Chavaillaz; Brodin, Desharnais, Mottet; Jecker; Bougro, Schmid, Jobin; Rossi.

Gli altri risultati: Davos – Berna 3-1. Rapperswil – Bienne 4-6. Langnau – Ginevra d.r. 4-5. Zugo – ZSC Lions d.s. 5-4.

La classifica: 1. Bienne 3/9. 2. Zugo 3/8. 3. Friburgo Gottéron 3/6. 4. Ambrì Piotta 2/5. 5. ZSC Lions 3/5. 6. Langnau Tigers 2/4. 7. Lugano 2/3. 8. Davos 2/3. 9. Ginevra Servette 2/2. 10. Losanna 1/0. 11. Ajoie 1/0. 12. Berna 3/0. 13. Rapperswil-Jona Lakers 3/0.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1