L’appello e le scuse di Vicky Mantegazza ai tifosi

Hockey

La presidente del Lugano scrive su Facebook: «Siamo i primi a non essere soddisfatti, ma restiamo tutti uniti»

L’appello e le scuse di Vicky Mantegazza ai tifosi
Vicky Mantegazza insieme a coach Sami Kapanen © CdT/Gabriele Putzu

L’appello e le scuse di Vicky Mantegazza ai tifosi

Vicky Mantegazza insieme a coach Sami Kapanen © CdT/Gabriele Putzu

È un momento difficile in casa bianconera. Dopo un avvio promettente, il Lugano di Sami Kapanen si è inceppato. È reduce da cinque sconfitte consecutive e appare sfiduciato. In casa, davanti a un pubblico sempre numeroso, ha già perso sette volte. Oggi la presidente del club, Vicky Mantegazza, si è rivolta ai sostenitori su Facebook. Ha chiesto scusa per la situazione, ma soprattutto sostegno, pazienza e unità. Di seguito il suo messaggio.

«Cari tifosi bianconeri, ho deciso di usare questo canale per chiedervi scusa per le ultime prestazioni della squadra che amiamo. Da inizio stagione abbiamo detto in tutta trasparenza che questa sarebbe stata una stagione difficile e di ricostruzione. Una stagione che avrebbe richiesto pazienza e tranquillità. Una stagione necessaria per crescere. Vi chiediamo sostegno e di non metterci ulteriore pressione, che non serve e non aiuta. Credetemi, siamo i primi a non essere soddisfatti degli attuali risultati e del rendimento, ma dobbiamo rimanere uniti e uscirne tutti insieme, come una grande squadra. Sì, perché la squadra siete anche voi. Voi ne siete il cuore e l’ossigeno. Siete voi a darci la spinta maggiore. Noi siamo i polmoni, capaci di esplodere ad ogni cambio. Lugano ha nel suo DNA il dover sempre vincere, ma non è più così. L‘hockey svizzero ha raggiunto un equilibrio totale nel massimo campionato. Può piacere o non piacere, ma è così. Negli ultimi 5 anni abbiamo giocato due finali: non le abbiamo vinte, è vero, ma le abbiamo pur sempre giocate. A dimostrazione di quanto questo traguardo sia difficile, ci sono squadre dal budget molto più importante del nostro, che da anni non giocano una finale. Non cerco scuse, ma guardo alla realtà. Vogliamo tornare a regalarvi emozioni e soddisfazioni, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro sostegno, nel vero segno del non mollare mai. Grazie di cuore e Forza Lugano!»

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1