La doppietta di Daniel Carr fa saltare Nummelin in curva

Hockey

Sotto gli occhi dell’indimenticato folletto finlandese il Lugano vince lo scontro diretto con il Ginevra - Chiesa: «Ci siamo concentrati sull’organizzazione difensiva» - McSorley: «Al completo siamo un’altra squadra»

La doppietta di Daniel Carr fa saltare Nummelin in curva
La gioia di Daniel Carr, autore di una doppietta contro il Ginevra Servette. © CdT/Gabriele Putzu

La doppietta di Daniel Carr fa saltare Nummelin in curva

La gioia di Daniel Carr, autore di una doppietta contro il Ginevra Servette. © CdT/Gabriele Putzu

La doppietta di Daniel Carr fa saltare Nummelin in curva

La doppietta di Daniel Carr fa saltare Nummelin in curva

Ci voleva un’invenzione di Petteri Nummelin per sbloccare una partita così. Sì, il folletto finlandese, ospite speciale della Cornèr Arena, ha fatto una magia delle sue. «Sono troppo vecchio e grasso per giocare», dice ridendo a chi gli chiede di dare una mano in pista. Tra un «selfie» e un autografo, nelle fasi iniziali del terzo tempo «Nummy» decide di fare quattro salti in Curva Nord. Passano pochi minuti e Daniel Carr si inventa l’1-0. Ne passano altri cinque e l’attaccante canadese firma la doppietta in power-play. Sono le sue prime reti stagionali. La gara è decisa, Nummelin scende a bordo ghiaccio, Josephs firma il 3-0 a porta vuota. Schlegel, intrattabile, festeggia un meritato «shutout» da condividere con tutti i compagni del reparto arretrato. Sì, il Lugano ha vinto grazie alla sua...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1