La favola di Manzato: «Voglio godermi ogni minuto di questa finale»

Hockey

Il portiere del Ginevra, riserva di Descloux per tutta la stagione, è diventato il protagonista dei playoff dopo l’infortunio del giovane collega

La favola di Manzato: «Voglio godermi ogni minuto di questa finale»
Manzato contro Klingberg: mercoledì la sfida si rinnova in gara-2. © Keystone/Alexandra Wey

La favola di Manzato: «Voglio godermi ogni minuto di questa finale»

Manzato contro Klingberg: mercoledì la sfida si rinnova in gara-2. © Keystone/Alexandra Wey

Sempre pronto, come un boy scout. Chiamato a sostituire l’infortunato Gauthier Descloux a metà dei quarti di finale, il 37.enne Daniel Manzato ha dato il meglio di sé per portare il Ginevra all’ultimo atto. La prima sfida con lo Zugo è andata male, ma l’ex portiere di Lugano e Ambrì resta ottimista.

Una serata quasi perfetta, un solo gol subito, la conferma di uno stato psicofisico eccellente. Eppure per Daniel Manzato la finale è iniziata con una sconfitta. Tutta colpa di Gregory Hofmann, suo ex compagno in bianconero, autore lunedì del decisivo 1-0 per lo Zugo. Dall’alto della sua esperienza, però, il 37.enne portiere del Ginevra continua a mostrare una calma invidiabile: «Al di là del risultato negativo, per noi era molto importante proporre una buona prestazione di squadra. Credo che ci...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1