Lugano sconfitto ai supplementari

Hockey

I bianconeri perdono contro il Losanna per 2-1

Lugano sconfitto ai supplementari
©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Lugano sconfitto ai supplementari

©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

(Aggiornato alle 23.20) - Il Lugano esce sconfitto questa sera dalla Vaudoise Arena. Dopo un primo gol nel primo temo di Carr, il Losanna ha pareggiato con Hudon. A segnare l’insuccesso dei bianconeri è quindi stata la rete di Jooris, data ai supplementari.

PRIMO TEMPO:

Inizio furioso dei bianconeri che si fanno vedere più volte dalle parti di Stephan: al 3’00’’ Carr, dopo un pericoloso tiro di Fazzini, raccoglie un disco vagante, aggira la gabbia e porta in vantaggio gli ospiti. I vodesi accusano il colpo e anche nei minuti successivi sono gli uomini di Pelletier a condurre le danze. A cercare il raddoppio ci prova in particolare la prima linea – con uno scatenato Fazzini – ma i pericoli arrivano anche da Bodker (al danese manca però un pizzico di convinzione) e dalla coppia Bürgler-Herburger. I padroni di casa provano ad alzare il ritmo e sfiorano il pareggio, sfruttando le indecisioni del rientrante Wellinger e l’imprecisione di Loeffel, sul finire del tempo.

SECONDO TEMPO:

I vodesi scendono sul ghiaccio con più grinta e mettono per la prima volta i bianconeri in difficoltà. Al 25’43’’ Hudon supera Schlegel e porta il punteggio in parità. Il Lugano cala vistosamente, ma riesce a resistere anche in inferiorità numerica. Lo scatenato duo Malgin-Hudon cerca più volte la rete del vantaggio: a togliere le castagne dal fuoco ci pensa però un buon Schlegel e al 31’ pure il palo dopo un pericoloso tiro di Genazzi. Davanti gli ospiti fanno fatica a crearsi nitide occasioni e vengono sistematicamente fermati dall’organizzata difesa di capitan Barberio e compagni. Le chance migliori arrivano in powerplay, ma il disco non entra.

TERZO TEMPO E OVERTIME:

I bianconeri nei primi minuti del terzo periodo mettono sotto pressione la difesa vodese sfiorando in più occasioni il gol del nuovo vantaggio. La squadra di Craig MacTavish però non resta a guardare e dopo aver corso qualche pericolo si ributta in avanti mettendo alle strette Chiesa e compagni. Al 46’ Pelletier chiama il “time-out” per risvegliare i suoi. I bianconeri non sfruttano un delicato powerplay, ma lavorano bene con l’uomo in meno pochi giri di orologio più tardi. Genazzi da una parte e Boedker dall’altra si divorano due occasioni a distanza di pochi secondi e al 57’ – in penalità differita – Schlegel compie il miracolo su Malgin. All’overtime decide Jooris a tu per tu con Schlegel.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1