Lugano sconfitto ma secondo in classifica

Hockey

I bianconeri chiudono la regular season con una netta sconfitta sul ghiaccio di Ginevra - Per sapere l'avversario nei giochi per il titolo si dovrà però ancora attendere l'esito dei pre-playoff

Lugano sconfitto ma secondo in classifica
© KEYSTONE/Salvatore Di Nolfi

Lugano sconfitto ma secondo in classifica

© KEYSTONE/Salvatore Di Nolfi

Un inizio da incubo condanna i bianconeri, che vengono sconfitti 5-2 alle Vernets nell’ultima partita di regular season. Poco lucidi in fase difensiva e quasi completamente assenti davanti, gli uomini di Pelletier si fanno logicamente superare da un Ginevra molto più affamato. Per i bianconeri, che hanno comunque finito la stagione al secondo posto, la prossima sfida sarà gara-1 settimana prossima. Complici i risultati sulle altre piste, l’avversario sarà ancora da determinare in base all'esito dei pre-playoff.

Il Lugano, sceso in pista senza Herburger e Wellinger (malati) ma con il rientrante Lammer, ripropone fra i pali Zurkirchen. Nei primi minuti è solo il Ginevra a giocare e supera tre volte l’estremo difensore bianconero nel giro di soli sei minuti: lo scatenato Omark porta in vantaggio i suoi al 3’ approfittando di un disco libero davanti alla porta, poi replica al 4’19’’ – in cinque contro tre - con Bürgler e Sannitz sulla panchina dei penalizzati. Il primo pericolo da parte degli ospiti arriva al 6’ dal bastone di Josephs, ma pochi secondi dopo – al 6’02’’ – è Vouillamoz a infilare alle spalle dell’incerto Zurkirchen il terzo gol. Pelletier chiama il «time-out» e al 7’ è Morini a sfiorare il gol.

La risposta bianconera arriva però al 13’, con un preciso e violento polsino di Lammer in superiorità numerica (espulso Omark). Passano pochi minuti e il Ginevra allunga nuovamente: al 16’29’’ Winnik mette in rete un disco respinto dalla balaustra su un tiro di Guebey. Sul finale i bianconeri giostrano per 1’49’’ in 5 contro 3, ma il doppio powerplay è lento e poco dinamico.

Nel periodo centrale i bianconeri provano a ridurre le distanze in powerplay, in particolare con Heed. Il Ginevra però dilaga al 23’00: Tömmernes serve il disco a Richard, che con un intelligente passaggio trova Moy e il giovane attaccante fulmina per la quinta volta Zurkirchen. In seguito, i padroni di casa continuano a gestire e dominare il gioco. La retroguardia ospite prova ad arginare gli attaccanti granata, mentre davanti gli uomini di Pelletier non si rendono mai pericolosi.

Negli ultimi 20’ le coordinate non cambiano: pur togliendo il piede dall’acceleratore sono sempre i ginevrini a controllare il gioco. I bianconeri faticano anche in powerplay a crearsi nitide occasioni da rete: al 50’ è Josephs a rendersi pericoloso e un minuto dopo Vermin – al termine di una triangolazione – sfiora il sesto gol per i padroni di casa. Al 52’58’’ Nodari trova la soddisfazione personale deviando in rete un tiro di Lammer. L’incontro si avvia verso il 60’ senza più grandi sussulti.

Le pagelle

GINEVRA SERVETTE 5
LUGANO 2

4-1, 1-0, 0-1

Reti: 3’01’’ Omark (Vouillamoz-Le Coultre) 1-0; 4’19’’ Omark (Fehr-Winnik, esp. Bürgler e Sannitz) 2-0; 6’02’’ Vouillamoz (Völlmin) 3-0; 12’40’’Lammer (Fazzini-Heed, esp. Omark) 3-1; 16’29’’ Winnik (Guebey) 4-1; 23’00’’ Moy (Richard-Tömmernes) 5-1; 52’58’’ Nodari (Lammer-Fazzini) 5-2.

Arbitri: Tscherrig e Stolc (Altmann e Steenstra).

Penalità: 7x2' contro G. Servette; 2x2’ c. Lugano.

G. Servette: Descloux; Jacquemet, Tömmernes; Patry, Richard, Vermin; Karrer, Le Coultre; Vouillamoz, Winnik, Omark; Guebey, Völlmin; Moy, Fehr, Miranda; Smons; A. Montandon, Kast, Berthon; Smirnovs.

Lugano: Zurkirchen; Heed; Riva; Bürgler, Arcobello, Boedker; Loeffel, Chiesa; Walker, Morini, Suri; Nodari, Wolf; Fazzini, Josephs, Lammer; Antonietti; Zangger, Sannitz, Bertaggia; Haussener. “Time-out”: Lugano 6’02’’.

Note: G. Servette senza Mercier, Maurer (inf.), Asselin, M. Montandon e Fritsche (in sovr.). Lugano s. Traber e Lajunen (inf.), Herburger e Wellinger (malati), Brennan, Vedova e Romanenghi (in sovr.).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1