Mikkel Boedker: «Non ho mai pensato di partire»

Hockey

Il danese sembra aver finalmente trovato la sua dimensione a Lugano, grazie all’intuizione di Chris McSorley e un ruolo disegnato su misura - Da poco diventato papà, il 32.enne litiga ancora con il gol, ma senza assillo - Questa sera proverà a sbloccarsi a Zugo, contro i campioni svizzeri in carica

Mikkel Boedker: «Non ho mai pensato di partire»
Il 32.enne, che a febbraio volerà a Pechino per difendere i colori della Danimarca ai Giochi olimpici, ha trovato la giusta chimica con Raphael Herburger e Giovanni Morini. © CdT/Gabriele Putzu

Mikkel Boedker: «Non ho mai pensato di partire»

Il 32.enne, che a febbraio volerà a Pechino per difendere i colori della Danimarca ai Giochi olimpici, ha trovato la giusta chimica con Raphael Herburger e Giovanni Morini. © CdT/Gabriele Putzu

Mikkel Boedker non segna da sedici partite. Eppure, forse per la prima volta dal suo approdo a Lugano, il suo rendimento risulta finalmente convincente. Un paradosso innescato dall’intuizione di Chris McSorley, che per il 32.enne danese ha disegnato un ruolo ad hoc all’interno del lineup. Incarichi e responsabilità su misura per i suoi attuali atout. E così, nelle ultime uscite, le critiche rivolte all’ala di Brøndby si sono affievolite. Come, va detto, anche le aspettative nei suoi confronti.

Un papà sulla nuvolettaDiscorsi che, invero, sembrano scivolare addosso al diretto interessato. Brusio di sottofondo. Specialmente in questi giorni, i primi da papà per lui dopo la nascita della primogenita Emily Arizona. La piccola porta il nome dello Stato in cui il padre ha vissuto gli anni più belli...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1

    La rivincita di Fatton, l’ira di Pestoni

    Hockey

    Il portiere del Lugano si è riscattato alla grande dopo la serataccia di Zugo: «Conosco il mio valore» - Il topscorer dell’Ambrì Piotta non nasconde la propria irritazione per l’ennesimo match gettato alle ortiche: «Non impariamo mai dai nostri errori, quando c’è da c...re non c’è più m...a»

  • 2

    La cavalcata di Troy annichilisce l’Ambrì Piotta

    Hockey

    Il canadese trascina il Lugano al successo sui biancoblù - La rete bianconera ottenuta in inferiorità numerica cambia l’inerzia del match - Arcobello e compagni ottengono l’undicesima vittoria negli ultimi dodici derby

  • 3
  • 4
  • 5
  • 1
  • 1