Poker di Nättinen, Zurigo abbattuto

Hockey

Trascinato dal suo cecchino finlandese, un ottimo Ambrì supera i Lions per 5 a 2

Poker di Nättinen, Zurigo abbattuto
©KEYSTONE/Alessandro Crinari

Poker di Nättinen, Zurigo abbattuto

©KEYSTONE/Alessandro Crinari

Poker di Nättinen, Zurigo abbattuto

Poker di Nättinen, Zurigo abbattuto

Uno spettacolo per pochi intimi, in un ambiente comunque festoso. Solo 1.303 dei 2.900 abbonati biancoblù hanno deciso di assistere alla sfida con lo Zurigo, venendo ricompensati da una splendida vittoria per 5 a 2, da un’ottima prestazione di squadra e dallo show personale di Julius Nättinen, sempre più erede di Dominik Kubalik. Il clamoroso poker del finlandese, unito al rientro di Novotny e al primo successo casalingo della stagione, hanno reso meno amara la notizia del pomeriggio: Matt D’Agostini dovrà operarsi al ginocchio sinistro e sarà fermo per 10 settimane. Da valutare anche l’infortunio subito al 33’ da Marco Müller. Di seguito la cronaca del match.

Primo tempo

La prima frazione è combattuta ed equilibrata, ma avara di episodi importanti. Le due squadre sono attente a non scoprirsi e gli interventi dei due portieri sono prevalentemente di routine. Ai biancoblù manca spesso la finalizzazione: le migliori azioni si concludono infatti senza un tiro in porta. Lo Zurigo è pericoloso al 7’, durante la sua prima superiorità numerica. I leventinesi tengono testa ai quotati avversari e all’11’ vanno vicini al vantaggio con un tocco ravvicinato di Flynn. Al 17’39’’ Roe mette Berni in condizione di colpire, ma Conz è attento sul tiro del difensore.

Secondo tempo

Al 23’27’’ Roe porta in vantaggio i Lions. Al 27’33’’ l’Ambrì sfrutta il primo power-play per pareggiare con il solito tiro al volo di Nättinen. Appena 25’’ dopo, al 27’58’’, Fora segna il 2-1 con una bomba dalla blu. L’Ambrì vola: al 28’24’’ Kneubühler colpisce il palo, al 31’22’’ ancora Nättinen realizza il 3-1, di nuovo in 5 contro 4. Al 33’ Müller lascia il ghiaccio zoppicando. Al 35’54 Geering centra l’asta. Al 36’’14’’ Nättinen firma la tripletta personale per il 4-1 leventinese. La frazione centrale si conclude con Kostner penalizzato.

Terzo tempo

I Lions cambiano portiere: fuori il frastornato Waeber, dentro Flüeler. Al 42’25’’ l’Ambrì deve affrontare 1’40’’ in doppia inferiorità numerica per le penalità ravvicinate sul conto di Grassi e Fora: il box-play è esemplare, i Lions quasi mai pericolosi. Attorno al 46’, in pista si vede anche il giovane Josselin Dufey, al suo debutto in NL. Al 47’57’’ lo Zurigo accorcia le distanze con un’iniziativa personale di Simic. I Lions spingono per rientrare in partita, ma i ragazzi di Cereda resistono, ad immagine di un sicurissimo Conz. Al 57’47’’ arriva anche la quarta rete di Nättinen, segnata a porta vuota. Per il cecchino finlandese si tratta dell’ottavo gol in 5 presenze in campionato. Julius, assente nelle prime uscite stagionali per infortunio, è dunque andato a bersaglio in tutte le prime sei partite ufficiali con la maglia dell’Ambrì Piotta, tra campionato e Coppa Svizzera. Gliene manca a ancora una per eguagliare il record di Jeff Toms (stagione 2004-05) e Milan Matous (1952-53).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1 Fernando Lavezzo
Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1