Reto Suri: «Sì, lo Zugo ha ancora fame»

Hockey

Il punto al campionato con l’ex bianconero, tornato ai Tori dopo due anni in Ticino

 Reto Suri: «Sì, lo Zugo ha ancora fame»
Suri (a destra) in un duello con Magnus Nygren del Davos. ©KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER

Reto Suri: «Sì, lo Zugo ha ancora fame»

Suri (a destra) in un duello con Magnus Nygren del Davos. ©KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER

Dopo due anni a Lugano, Reto Suri è tornato a casa. A Zugo, nella squadra campione svizzera in carica. Già, il destino ha voluto che i Tori – per i quali aveva già militato per sette stagioni – vincessero il titolo proprio senza di lui. Ci riproveranno quest’anno, poco ma sicuro. Suri, intanto, è un giocatore felice: «Sì – afferma – per me è stato davvero un po’ come tornare a casa. L’obiettivo, con la mia famiglia, è quello di rimanere da queste parti anche quando metterò fine alla carriera. Ho apprezzato molto i due anni trascorsi in Ticino, anche se sono state le due stagioni più difficili in assoluto per l’hockey svizzero, a causa della pandemia. Nella mia prima stagione a Lugano i playoff sono stati cancellati; l’anno scorso invece dopo un’ottima stagione regolare non siamo stati in grado...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1