HOCKEY SU GHIACCIO

Senza gioco e senza testa: il Lugano non c’è

Bianconeri seccamente battuti dallo Zugo in gara-2 dei playoff - LE FOTO E IL VIDEO

 Senza gioco e senza testa: il Lugano non c’è
(Foto Keystone)

Senza gioco e senza testa: il Lugano non c’è

(Foto Keystone)

 Senza gioco e senza testa: il Lugano non c’è

Senza gioco e senza testa: il Lugano non c’è

 Senza gioco e senza testa: il Lugano non c’è

Senza gioco e senza testa: il Lugano non c’è

 Senza gioco e senza testa: il Lugano non c’è

Senza gioco e senza testa: il Lugano non c’è

 Senza gioco e senza testa: il Lugano non c’è

Senza gioco e senza testa: il Lugano non c’è

 Senza gioco e senza testa: il Lugano non c’è

Senza gioco e senza testa: il Lugano non c’è

 Senza gioco e senza testa: il Lugano non c’è

Senza gioco e senza testa: il Lugano non c’è

LUGANO – Una sconfitta severissima, senza discussioni: alla Cornèr Arena il Lugano è stato surclassato dallo Zugo, che si è imposto per 5-1. Senza gioco e poco concentrati, i bianconeri ora sono sotto per 0-2 nella serie e dovranno crescere parecchio se vorranno ancora provare a dare fastidio ai Tori.

Primo tempo

Il Lugano parte bene e si crea buone opportunità con Lajunen, Hofmann e Bürgler, ma non le sfrutta. Lo Zugo si fa vedere sopratrtutto in contropiede: al 18’ Suri si presenta solo davanti a Merzlikins, bravo a fermarlo. Al 19’14’’ però i Tori vanno in vantaggio con un’azione personale di Simion, che sorprende Loeffel in velocità prima di superare Merzlikins.

Secondo tempo

La sfida diventa un incubo per i bianconeri. Al 25’09’’ Roe raddoppia sfruttando un errore di Merzlikins e 51’’ più tardi arriva il 3-0 di Lammer dopo una svista clamorosa di Ulmer. E in power-play Martschini infila pure il quarto disco alle spalle di Elvis. Al 34’07’’ Hofmann prova a dare la scossa con un tiro diretto su azione di ingaggio.

Terzo tempo

Passano solo pochi secondi e lo Zugo fa cinque: con Vauclair espulso, Martschini parte in contropiede (!) e fa secco Merzlikins. Gara-2 finisce qui: lo Zugo si limita a controllare la situazione, mentre il Lugano proprio non ne ha. Ed allora le due squadre vivacchiano fino alla sirena conclusiva.

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1