HOCKEY SU GHIACCIO

Sotto il segno di Dominik Kubalik

Alla Valascia il funambolo ceco ha offerto la vittoria all’Ambrì dopo 17 secondi dall’inizio dell’overtime, piegando così le velleità del Ginevra - LE FOTO

Sotto il segno di Dominik Kubalik
(Foto Keystone)

Sotto il segno di Dominik Kubalik

(Foto Keystone)

Sotto il segno di Dominik Kubalik

Sotto il segno di Dominik Kubalik

Sotto il segno di Dominik Kubalik

Sotto il segno di Dominik Kubalik

Sotto il segno di Dominik Kubalik

Sotto il segno di Dominik Kubalik

Sotto il segno di Dominik Kubalik

Sotto il segno di Dominik Kubalik

Sotto il segno di Dominik Kubalik

Sotto il segno di Dominik Kubalik

AMBRÌ - È bastato un gol in entrata di overtime all'Ambrì, che, con il solito Kubalik, si è imposto in una partita finita 1-0 e parecchio confusa, considerata fors'anche l'importanza della posta in palio, a ridosso della linea.

Ci mette un po' a carburare, l'Ambrì Piotta, che nei primi dieci minuti soffre la pressione portata dagli ospiti, vicini al gol in un paio di circostanze. Il primo sussulto biancoblù arriva all'8' e parte dal bastone di D'Agostini in aggiramento, ma il disco finisce fuori dallo specchio della porta. Il pubblico di casa trema, poi, quando Guerra e Kneubuehler pasticciano davanti a Conz e le Acquile sfiorano ancora il punto del vantaggio. Finché, al quarto d'ora, finalmente i leventinesi crescono, ancorché un po' confusionari. Hofer nello slot in power-play prima, ancora D'Agostini, e quindi Guerra a 4c5, portano pericoli dalle parti di Mayer, anche se non basta per sbloccare il risultato.

Lo zero a zero non si vuol scollare dal tabellone. Tra i protagonisti del periodo centrale c’è allora il portiere leventinese Conz, che in entrata neutralizza due tentativi insidiosi di Jacquemet e Tömmernes, e al 40’ frustra Wingels. Nel mezzo, un paio di episodi importanti. Al 25’ Kubalik si invola verso Mayer ma viene ostacolato fallosamente. Purtroppo per l’Ambrì, il gioco con l’uomo in più proprio non decolla. I biancoblù provano a rendersi presenti ancora con Goi, ben servito da Mazzolini, ma al giro di boa il suo tiro viene deviato. Momento importante, poi, quello al 34’. L’Ambrì si trova per 44’’ in doppia inferiorità numerica, complice soprattutto una penalità assai discutibile fischiata a Zwerger (l’austriaco, ammalato la vigilia, è infatti riuscito ad essere della partita) per simulazione; al che, in pista vola di tutto. Con grande sacrificio, comunque, gli uomini di Cereda resistono, e a ranghi completi sfiorano pure l’1-0 con un tiro sotto porta di Zwerger, pescato alla perfezione da Kubalik.

Il terzo periodo si apre con una ghiotta opportunità per i padroni di casa, che sciupano però un altro power-play. Quindi è di nuovo Conz ad abbasare la saracinesca, su Almond e Wick, al 45'. Al 51', altro episodio contestato: Fora sgambetta Arnaud Riat e si prende 2+2', per successive proteste. A sfiorare il gol però è addirittura l'Ambrì, che al 54' si trova con Zwerger in soliaria davanti a Mayer: nulla da fare. Superata anche questa fase di difficoltà, è il turno di Rohrbach sciupare un'occasionissima da pochi passi. L'Ambrì sembra avere più energie, Bianchi a due riprese va vicino alla rete, ma manca la lucidità necessaria per evitare l'overtime. Nel supplementare però la sofferenza dura poco: ci pensa il solito Kubalik, come otto giorni prima, su rebound. Due punti preziosi e meritati.

Ambrì Piotta – Ginevra Servette d.s. 1-0 (0-0, 0-0, 0-0, 1-0)

Rete: 60’17 Kubalik (Müller).

Spettatori: 5.359. Arbitri: Stricker/Müller, Castelli/Cattaneo. Penalità: 5x2’ c. Ambrì; 3x2’ c. Ginevra

Ambri Piotta: Conz; Fora, Jelovac; Plastino, Ngoy; Fischer, Guerra; Moor; Zwerger, Müller, Kubalik; Trisconi, Kostner, Bianchi; Rohrbach, D'Agostini, Hofer; Kneubühler, Goi, Lauper; Mazzolini.

Ginevra Servette: Mayer; Jacquemet, Tömmernes; Mercier, Dufner; Völlmin, Bezina; Antonietti, Martinsson; Fritsche, Berthon, Simek; Rod, Almond, Wick; Winnik, Richard, Wingels; Maillard, Kast, Riat.

Note: Ambrì senza Kienzle, Dotti, Novotny, Lerg, Incir e Pinana (tutti infortunati); Ginevra privo di Bouma, Skille, Rubin, Vukovic, Douay e Romy (tutti infortunati), Fransson (ammalato) e Bozon (sospeso).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Hockey
  • 1