Stranieri dai due volti e il miglior Fazzini di sempre

HOCKEY

LE PAGELLE - I nostri voti ai giocatori del Lugano, dalla bella regular season ai disastrosi playoff

Stranieri dai due volti e il miglior Fazzini di sempre
© Keystone/Ti-Press/Alessandro Crinari

Stranieri dai due volti e il miglior Fazzini di sempre

© Keystone/Ti-Press/Alessandro Crinari

NIKLAS SCHLEGEL 5+ RS/3,5 PO (92,75%/89,44%)
Regular season da protagonista, condita da 6 shutout. Nei playoff perde sicurezza.

SANDRO ZURKIRCHEN 4 RS/s.v. PO (90,31%)
Poco più di una riserva. La commozione cerebrale lascia il segno.

ROMAIN LOEFFEL 4 RS/5 PO (5 g, 23 a, +12)
In regular season tradisce le sue caratteristiche offensive, ma è tra i più lucidi nella serie contro il Rappi.

TIM HEED 5+ RS/3 PO (14 g, 20 a, +7)
Dopo aver preso le misure al campionato, si illustra come regista e scorer a suon di gol decisivi e minuti di ghiaccio. Nei playoff sparisce sotto ogni aspetto.

THOMAS WELLINGER 4,5 RS/3,5 PO (3 g, 8 a, +3)
Sempre affidabile senza strafare, perde lucidità nel momento decisivo della stagione.

ALESSANDRO CHIESA 4 RS/3,5 PO (1 g, 7 a, -2)
Perde i gradi di capitano, vive una stagione sottotono.

ELIA RIVA 4 RS/3,5 PO (1 g, 6 a, -2)
Una pesante commozione cerebrale lo tiene fuori a lungo e condiziona le sue prestazioni nel finale.

BERND WOLF 4,5 RS/4 PO (3 g, 3 a, +3)
Non ha tiro e fantasia, ma è intraprendente e sbaglia poco.

MATTEO NODARI 4 RS/3,5 PO (2 g, 6 a, -7)
Stagione senza acuti, chiusa in affanno.

ELIOT ANTONIETTI 4 RS/s.v. PO (0 g, 1 a, -3)
Accetta il ruolo di comprimario con spirito positivo.

MARK ARCOBELLO 5+ RS/3 PO (14 g, 39 a, +12)
A lungo trascinatore, si perde nei playoff.

LUCA FAZZINI 5,5 RS/5 PO (24 g, 23 a, -1)
La sua miglior stagione di sempre, playoff compresi.

MIKKEL BOEDKER 5- RS/2,5 PO (18 g, 17 a, +1)
Parte male, si riprende bene, ma poi sparisce del tutto.

DARIO BÜRGLER 5 RS/3 PO (18 g, 12 a, +1)
Segna con regolarità, ma crolla dopo aver annunciato l’addio.

JANI LAJUNEN 4 RS/4- PO (4 g, 10 a, -6)
Quando è in salute, fa la sua parte. Per uno straniero è poco.

RETO SURI 4 RS/3 PO (9 g, 13 a, +2)
Forse a Zugo tornerà quel giocatore mai visto in bianconero.

RAPHAEL HERBURGER 4,5 RS/3 PO (9 g, 12 a, +8)
Regular season in crescendo, playoff anonimi.

GIOVANNI MORINI 4 RS/5 PO (8 g, 10 a, -1)
A lungo frenato da guai muscolari, lotta fino alla fine.

ALESSIO BERTAGGIA 4+ RS/3,5 PO (10 g, 15 a, -10)
Percorso in calando. Dopo l’infortunio perde smalto e non pattina più alla stessa velocità.

JULIAN WALKER 4 RS/4- PO (4 g, 5 a, -1)
Una stagione senza fiammate, sempre al servizio del gruppo.

RAFFAELE SANNITZ 4- RS/4- PO (2 g, 6 a, -4)
Solito impegno, ma fa fatica. Ancora utile in box-play.

DOMINIC LAMMER 3 RS/3,5 PO (4 g, 10 a, -6)
Si sveglia solo nelle ultime giornare di regular season.

SANDRO ZANGGER 4 RS/3,5 PO (3 g, 2 a, +1)
Richiamato dai Rockets, coglie l’occasione. Ma ha chiari limiti.

TIMO HAUSSENER 4- RS/s.v. PO (1 g, 3 a, -2)
Anche lui si guadagna a lungo un posto, ma poi lo perde.

TIM TRABER 3,5 RS/s.v. PO (2 g, 0 a, -1)
Non porta mai la fisicità che ci si aspettava da lui.

TROY JOSEPHS 5 RS/s.v. PO (3 g, 3 a, +6)
Quando è chiamato in causa non delude. Ha energia da vendere e vede la porta.

MATTEO ROMANENGHI 3,5 RS/s.v. PO (0 g, 1 a, -4)
A lungo in forza ai Rockets, non riesce mai a convincere Pelletier.

SERGE PELLETIER 4-
Prima conquista lo spogliatoio, poi un inatteso secondo posto con una delle migliori medie punti delle ultime stagioni bianconere. Ma nei playoff perde nettamente il duello con lo stratega Tomlinson. Il suo «coaching» si dimostra estremamente passivo.

Senza voto: Fadani, Fatton, Villa, Ugazzi, Näser, Kurashev, Carr, Vedova

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1