HC LUGANO

Vicky Mantegazza: «È troppo presto per parlare di allenatore e direttore sportivo»

Dall’amarezza della presidente a quella dell’allenatore Greg Ireland: «Sono fiero di questo gruppo»

 Vicky Mantegazza: «È troppo presto per parlare di allenatore e direttore sportivo»
(Foto Pedrazzini.ch)

Vicky Mantegazza: «È troppo presto per parlare di allenatore e direttore sportivo»

(Foto Pedrazzini.ch)

LUGANO – I tifosi se ne sono già andati, la Curva Nord – dopo aver contestato il ds Roland Habisreutinger nella seconda pausa – espone due striscioni: “Noi ce ne andiamo con eleganza” e “Dirigenza imitateci”. Vicky Mantegazza è scura in volto: «Uscire così fa male, ho visto una squadra lottare al massimo fino in fondo, con un magnifico pubblico che ci ha sostenuto alla grande. Io non ho nulla contro al Curva Nord, forse sono loro ad avere qualcosa contro di me. Ora faremo le nostre analisi e prenderemo le decisioni che riterremo opportune. Allenatore e direttore sportivo? È prematuro esprimersi. Ripeto, dobbiamo fare le nostre analisi».

Così Greg Ireland, con ogni probabilità alla sua ultima partita come allenatore del Lugano: «Quella di stasera è una sconfitta dura. Sono fiero del mio gruppo, per come ha lottato in questa partita e durante tutta la stagione. Non abbiamo sempre giocato nel modo più intelligente, ma ognuno ha dato tutto ciò che aveva dentro. Il mio futuro? È molto tardi e non è il momento di parlarne. Tra un paio di giorni saprete».

Roland Habisreutinger rimane rintanato nello spogliatoio bianconero. Si presenta invece Elvis Merzlikins, alla sua partita d’addio con la maglia bianconera: «Fa malissimo, ma lo sport è così. Voglio ringraziare tutti per questi magnifici anni, mi spiace di non aver regalato il titolo a questo club e a questa gente. Adesso? Non so se partirò subito per la NHL, devo parlare con il mio agente. Questa però è casa mia: se un giorno dovrò tornare, il Lugano avrà la mia priorità».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1