Yves Stoffel, un ventenne alla conquista del Lugano

Hockey

L’attaccante apprezza la fiducia di McSorley, che lo sta schierando in prima linea con Arcobello e Fazzini: «Non me l’aspettavo, ma me la godo»

Yves Stoffel, un ventenne alla conquista del Lugano
© CdT/Gabriele Putzu

Yves Stoffel, un ventenne alla conquista del Lugano

© CdT/Gabriele Putzu

Vent’anni, fisico asciutto, voglia di emergere. Yves Stoffel è il volto nuovo, fresco, dell’HC Lugano. Nato e cresciuto a Coira, dal 2017 ha proseguito la sua formazione nello Zugo, tra settore giovanile ed EVZ Academy. In prima squadra ha avuto pochissimo spazio: appena due partite. Martedì sera contro i Tori, ospiti alla Cornèr Arena, il grigionese vuole mostrare il suo valore: «Ma non cerco rivincite».

A Lugano, Yves Stoffel ha trovato la fiducia che cercava. È vero, la concorrenza in attacco è assai ridotta, molto più che a Zugo, ma il numero 9 ha davvero convinto tutti sin dal primo giorno. A cominciare da Chris McSorley, un allenatore con il fiuto buono.

Dopo l’infortunio rimediato da Daniel Carr a Porrentruy, il coach bianconero ha schierato il grigionese in prima linea con Arcobello...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Hockey
  • 1
  • 1