La breve vita di Hemingway tra pugni, tori e molto sport

Il ricordo del Premio Nobel per la letteratura a sessant’anni dalla scomparsa - Il narratore americano si occupava spesso di temi tratti dalla realtà

La breve vita di Hemingway tra pugni, tori e molto sport
Ernest Hemingway vinse il Nobel per la letteratura nel 1954. © Shutterstock.com

La breve vita di Hemingway tra pugni, tori e molto sport

Ernest Hemingway vinse il Nobel per la letteratura nel 1954. © Shutterstock.com

Sessant’anni fa, il 2 luglio 1961, Ernest Hemingway imbracciò il fucile e si tolse la vita. Il premio Nobel americano mise fine ad un’esistenza breve ma intensissima. Con troppi incidenti, troppe bottiglie e un grande amore per lo sport.

«Il nostro ometto capisce quando abboccano e li trascina a riva da solo». Lo scriveva sul proprio diario Grace Hall Hemingway riferendosi al figlio Ernest, che aveva trascorso il suo terzo compleanno catturando trote in compagnia del padre sul Lake Walloon, nel Michigan Settentrionale, dove la famigliola si trasferiva ogni anno dall’Illinois per i mesi estivi. Fu dunque nella wilderness dei Grandi Laghi, durante interminabili giornate scandite da nuoto, vogate e pesca - a cui presto si aggiunse pure la caccia - che il futuro romanziere ricevette il suo imprinting...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Sport
  • 1

    Balotelli è tornato e sono cose turche

    Calcio

    Domani, a oltre tre anni di distanza, Super Mario ritrova l’Italia e il suo vecchio allenatore Roberto Mancini - Anche se solo per uno stage di tre giorni a Coverciano, la convocazione dello sfacciato attaccante ha del clamoroso - Cruciale la rinascita all’Adana Demirspor - L’esperto Bruno Bottaro: «Mossa disperata, ma forse scossa necessaria»

  • 2

    Conz: «Sono fiero dei 400 gol subiti»

    Hockey

    Sabato scorso, contro il Davos, il portiere biancoblù ha tagliato un traguardo notevole: «Significa che qui ho messo radici» - Stasera a Zurigo l’Ambrì Piotta, reduce da 3 vittorie nelle ultime 4 partite, andrà a caccia di ulteriori punti preziosi in ottica pre-playoff

  • 3
  • 4
  • 5
  • 1
  • 1