Calcio

Le pagelle di Lugano-Sion

La magia di Junior, la vivacità di Mihajlovic e gli sprechi di Gerndt. Sadiku non è mai pericoloso

Le pagelle di Lugano-Sion
Alexander Gerndt è generoso, ma sbaglia troppo sotto porta. Voto: 3,5. (Foto Reguzzi)

Le pagelle di Lugano-Sion

Alexander Gerndt è generoso, ma sbaglia troppo sotto porta. Voto: 3,5. (Foto Reguzzi)

Da Costa 4: Normale amministrazione per il sostituto di Baumann. Può fare poco sul gol del Sion.

Fulvio Sulmoni 4: Disputa una partita solida e priva di sbavature. Controlla con sicurezza gli avversari.

Fabio Daprelà 4.5: Fa sentire la sua prestanza fisica a un avversario scomodo come Uldrikis.

Akos Kecskes 3.5: La sua buona prova è macchiata dallo scivolone in occasione dello zero a uno.

Numa Lavanchy 4: Prestazione a tutto campo la sua. Corre e non si tira mai indietro. Peccato per il gol sbagliato.

Jonathan Sabbatini 4: Sempre nel vivo della manovra bianconera. Sbaglia pochi palloni ed è vivo.

Balint Vecsei 3.5: Impiega sempre qualche secondo di troppo prima di decidere cosa fare del pallone.

Domen Crnigoj 3.5: Riesce spesso a farsi trovare libero ma sbaglia la misura dei cross e dei tiri.

Junior 5: Cerca e trova una rete pazzesca salvando il Lugano dalla sconfitta.

Alexander Gerndt 3.5: Per generosità non è secondo a nessuno. Purtroppo sbaglia due volte davanti al portiere.

Armando Sadiku 3.5: Gioca sovente lontano dalla porta avversaria, non riuscendo a rendersi pericoloso.

Dragan Mihajlovic 4.5: Subentra a Crnigoj e dà subito il suo contributo. Vivace e coraggioso, forse su di lui c’è un rigore.

Miroslav Covilo 3: Ha sul groppone (quasi) tutta la responsabilità del gol del vantaggio vallesano.

Petar Brlek s.v.: Pochi minuti ma ben giocati per il centrocampista. Nel finale si rende pericolosissimo.

Fabio Celestini 4: La sua squadra non perde da sette partite. Adesso però bisogna anche cominciare a vincere.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Sport
  • 1