Lugano, quattro su quattro con il Davos

hockey

I bianconeri si impongono per 3-1

Lugano, quattro su quattro con il Davos
© CdT/Putzu

Lugano, quattro su quattro con il Davos

© CdT/Putzu

In pista senza gli infortunati Elia Riva e Tim Heed (commozione cerebrale per lo svedese), il Lugano ha superato il Davos per 3-1. A bersaglio per i bianconeri sono andati Traber e Fazzini e Wellinger a porta vuota..

Primo tempo

È il Lugano a partire meglio nei primi minuti, ma senza riuscire a crearsi clamorose occasioni per passare in vantaggio. Al 9’42’’ Lammer riceve due minuti per ostruzione: il box-play bianconero regge bene. Al 12’52’’ è invece Herzog ad essere penalizzato per quattro minuti per un bastone alto su Arcobello, ma dopo due minuti in panchina ci finisce anche Arcobello.

Secondo tempo

Nei primi secondi Palushaj impegna due volte Schlegel da distanza ravvicinata. Al 5’ Knak si presenta tutto solo davanti al portiere bianconero, che ha però la meglio. Il Davos spinge parecchio, il Lugano soffre e ci prova solo con qualche sporadica ripartenza. La migliore occasione capita a Bertaggia al 32’, ma Aeschlimann dice di no. Poco dopo il Lugano si porta in vantaggio: al 33’56’’ Traber si presenta solo davanti al portiere grigionese e lo supera.

Terzo tempo

Al 41’59’’ il Lugano raddoppia: Bertaggia parte in velocità, il suo tiro è respinto da Aeschlimann: Fazzini, ben appostato, insacca. Poco dopo Schlegel si supera su un tentativo di Corvi. Al 44’36’’ gli arbitri annullano una rete di Knak per un precedente bastone alto. Al 50’35’’ il Davos accorcia per davvero: Ambühl va a segno dopo uno spunto personale. Al 58’20’’ i grigionesi tolgono il portiere: al 59’58’’ Wellinger colpisce a porta vuota.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Sport
  • 1
  • 1