Quando Omega incontra Alinghi

Vela

Una collaborazione dinamica per lanciare un nuovo orologio di qualità - Bertarelli: «È un risultato fantastico e un segno di quello che verrà»

Quando Omega incontra Alinghi

Quando Omega incontra Alinghi

La dinamica collaborazione tra Omega e Alinghi ha unito il meglio della precisione svizzera, dell’innovazione e dello spirito pionieristico. In omaggio a questa straordinaria collaborazione in ambito velico è stato lanciato un nuovo segnatempo Omega. Lo Speedmaster Dark Side of the Moon Alinghi è un orologio che dimostra gli stessi valori e le qualità che entrambi i partner condividono.

Come spiegato da Raynald Aeschlimann, presidente e CEO di Omega: «Il nuovo orologio è il risultato di due grandi marchi svizzeri che uniscono la loro passione per l’innovazione e la vela. Per essere all’avanguardia come le barche di Alinghi, abbiamo sfruttato tecnologie avanzate insieme ai migliori materiali e a un concept veramente originale». La scelta dello Speedmaster celebra nel migliore dei modi le imbarcazioni che sfrecciano sull’acqua. Il calibro 1865, sapientemente decorato, è un movimento a carica manuale ideale per la vela, grazie al suo design sottile e leggero. Per impreziosire il movimento, Omega ha preso ispirazione dal nuovo catamarano TF35 di Alinghi. Usando l’ablazione laser, la platina e il ponte del bariletto hanno un motivo a nido d’ape che ricorda lo scafo in carbonio del catamarano Alinghi. La stessa ablazione è stata utilizzata per decorare anche gli altri ponti con un motivo di carbonio nero che prende ispirazione dal carbonio utilizzato per lo scafo. Per la scelta dei colori Omega ha scelto il logo di Alinghi, il rosso che rappresenta la passione e il nero per la tecnologia. Questo si rispecchia nel cinturino traforato in gomma rossa così come nella cassa nera da 44.25mm in ceramica di ossido di zirconio. Insieme alla scala tachimetrica in Super- LumiNova si nota il logo di Alinghi sui pulsanti di start e stop realizzato in vernice rossa. I due sottoquadranti sono degni di nota. Alle ore 3 è stato incluso un contatore tattico rosso di 4 o 5 minuti, per una maggiore precisione in acqua. Alle ore 6 il tradizionale sottoquadrante è stato rimpiazzato con un disco anodizzato e sabbiato di alluminio, che ha impresso il logo di Alinghi in rosso. Il logo del team raffigura la lettera «a» e si ispira a due barche che solcano il mare prima della partenza della gara. Il logo ruota sull’orologio quando viene utilizzato il cronografo. Così si è espresso Ernesto Bertarelli, fondatore e presidente di Ainghi: «È stato un immenso piacere collaborare così da vicino con Omega per questo bellissimo segnatempo. Nel corso della nostra storia abbiamo imparato l’incredibile esperienza nel cronometraggio degli sport e la passione per la vela. Lavorare su un orologio e vedere ora il fantastico risultato è quindi un momento speciale. È l’inizio perfetto per la nostra collaborazione e un segno di quello che verrà». Omega e Alinghi collaborano dal 2019 e hanno festeggiato i successi con il team GC32 che ha vinto il titolo mondiale nel 2019, il D35 Trophy vinto a settembre e il campionato GC32 vinto a novembre.

Quando Omega incontra Alinghi
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Sport
  • 1
  • 1