Beat Feuz domina la Streif

Sci alpino

Lo svizzero si aggiudica la discesa di Kitzbühel per la prima volta in carriera – Brutta caduta per Urs Kryenbühl

Beat Feuz domina la Streif
© AP/Giovanni Auletta

Beat Feuz domina la Streif

© AP/Giovanni Auletta

Finalmente. Beat Feuz ha conquistato la Streif. Finora, in carriera, era arrivato quattro volte secondo. Questa volta, però, ha domato il pendio austriaco aggiudicandosi la discesa di Kitzbühel. Merito di una prova pressoché perfetta e ad una magistrale interpretazione del tracciato.

La gara è stata caratterizzata dalla bruttissima caduta di Urs Kryenbühl e da svariate pause, complice il vento che, alla fine, ha costretto ad interrompere anzitempo la prova. Sul podio anche l’austriaco Matthias Mayer (+0’’16) e l’italiano Dominik Paris (+0’’’56).

Arrivato a quattordici successi in Coppa del mondo, Feuz ha finalmente aggiunto una delle perle più rare alla sua collezione: vincitore per tre volte a Wengen, sul Lauberorn, l’elvetico in bacheca vanta anche un oro e un bronzo ai Mondiali oltre ad un argento e ad un bronzo alle Olimpiadi. Gli mancava, appunto, l’affermazione sulla Streif. È arrivata.

Kryenbühl, dicevamo, è incappato in una bruttissima caduta. Lo svittese non ha mantenuto l’equilibrio durante l’ultimo salto ed è caduto rovinosamente con il volto sulla neve, restando poi immobile. Subito soccorso, è stato elitrasportato in ospedale. Secondo le prime informazioni era comunque cosciente. Dodici anni fa, il 22 gennaio 2009, in quello stesso punto Daniel Albrecht era caduto in maniera simile.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Sci
  • 1
  • 1