Giorgio Rocca si racconta: la vita oltre i trofei

Il personaggio

L’ex sciatore italiano, ma di mamma svizzera, apre il libro dei ricordi e soprattutto racconta il suo lato lontano dai riflettori, fatto di coccole in famiglia e tanti impegni

Giorgio Rocca si racconta: la vita oltre i trofei
Giorgio Rocca con Gaia. © GR

Giorgio Rocca si racconta: la vita oltre i trofei

Giorgio Rocca con Gaia. © GR

Non credo di peccare di negligenza se non mi soffermo troppo sulle presentazioni, la persona in questione non ne ha davvero bisogno. Sono passati dieci anni dal suo addio alle competizioni, ma l’ex campione di sci è tutt’altro che caduto nel dimenticatoio. Imprenditore di successo, padre di quattro figli ed una vita a tutta velocità.

Forse però, un particolare a qualcuno sfugge. Abituati a vederlo sfrecciare sugli sci difendendo i colori della vicina Italia, è possibile che siano passate inosservate le sue origini (per metà) rossocrociate. Nato a Coira da madre svizzera, Giorgio Rocca trascorre i primi due anni della sua vita nei Grigioni con il suono della lingua romancia nelle orecchie e le basi di un grande senso di organizzazione, tipicamente svizzero, consolidatosi poi negli anni. Il più...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Sci
  • 1
  • 1