La bionda Lindsey lascia un vuoto nel circo bianco

Sci alpino

Il commento di Giona Carcano - L’americana ha conquistato il bronzo nella discesa vinta dalla slovena Stuhec davanti a Corinne Suter

 La bionda Lindsey lascia un vuoto nel circo bianco
L’americana Lindsey Vonn. (Foto Keystone)

La bionda Lindsey lascia un vuoto nel circo bianco

L’americana Lindsey Vonn. (Foto Keystone)

L’ultima discesa della sua vita, Lindsey Vonn l’ha percorsa con l’occhio destro pesto. Ancora una ferita di guerra per la sciatrice di Saint Paul, ancora un occhio blu. Poteva andare peggio, molto peggio nel superG che ha aperto il Mondiale di Are, l’evento che segna l’inchino finale della statunitense di fronte al pubblico. Ma quello è stato forse un segnale, l’ennesimo, che la scelta della statunitense presa dopo Cortina era quella giusta. «Smetto, è deciso». Non vedremo più Lindsey buttarsi giù a scavezzacollo. Non la vedremo più cadere, farsi male sul serio, piangere e rialzarsi. Soprattutto, non la vedremo più vincere. Dietro di sé la Vonn lascia la storia dello sci alpino. 82 vittorie in Coppa del mondo, 11 medaglie fra Mondiali e Olimpiadi. Nessuno ha fatto meglio di lei, la bionda che...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Sci
  • 1
  • 1