Lara e Michelle all’assalto della «Corviglia»

Sci alpino

Le prime gare femminili in Europa, un superG e uno slalom parallelo, si disputano a St. Moritz

 Lara e Michelle all’assalto della «Corviglia»
Lara Gut è piena di fiducia. (Foto Keystone)

Lara e Michelle all’assalto della «Corviglia»

Lara Gut è piena di fiducia. (Foto Keystone)

ST. MORITZ Un superG (domani alle 11.15) e uno slalom parallelo (domenica alle 13.30). Sono queste le prime due gare femminili dopo il ritorno dalla tournée nordamericana. Teatro dell’evento sono le piste di St. Moritz. Se si parla della «Corviglia», la prima immagine che torna in mente è quella di Lara Gut, che non si chiamava ancora Gut-Behrami. Era una giovanissima sciatrice alla sua quinta gara in Coppa del mondo. In quella mattinata del febbraio 2008, la ticinese, partita con il pettorale 47, aveva chiuso con uno strepitoso terzo posto dopo aver perso l’equilibrio ed essere caduta nello schuss finale. Arrivò comunque al traguardo. Non è certo iniziata come avrebbe voluto la nuova stagione di Lara. Nell’ultima gara disputata, il superG di Lake Louise, la nostra campionessa ha però dato segnali di crescita. L’ottavo posto a 0’’98 centesimi dalla vincitrice (l’americana Mikaela Shiffrin) non è un risultato che impressiona. Però, a guardar bene, erano solo 0’’15 i centesimi che le sono mancati per salire sul podio. La speranza è quella di ritrovare una Gut-Behrami ancora più competitiva è concreta. L’elvetica più performante, almeno in questo inizio di stagione, è stata Michelle Gisin, tornata dal Canada con due podi in discesa (2. e 3.) e con un 14. posto (non disprezzabile) in superG. L’obvaldese è tornata a St. Moritz carica di fiducia. Un anno fa, proprio in superG aveva sfiorato il suo primo successo in Coppa del mondo, riuscendo comunque a conquistare un ottimo secondo posto a 0’’10 dalla connazionale Jasmine Flury. Tutti ricordano il grande fair-play di Michelle (ndr: campionessa olimpica nella specialità) per l’exploit della compagna di squadra. A St. Moritz il pettorale rosso della leader della specialità spetta all’americana Mikaela Shiffrin, tra l’altro leader della generale di Coppa. La pista tecnica del Corviglia e la neve europea (sicuramente diversa rispetto a quella delle piste canadesi) potrebbe riservare delle sorprese. Oltre a Shiffrin, Lara e Michelle bisognerà naturalmente tenere d’occhio diverse velociste, a incominciare da Tina Weirather, Anna Veith, Viktoria Rebensburg e Ragnhild Mowinkel. Domenica sarà la volta dello slalom parallelo. Una gara in cui si spera di ritrovare la migliore Wendy Holdener.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Sci
  • 1
  • 1