«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

Sci alpino

Lara Gut-Behrami sbaraglia la concorrenza nel superG di Cortina d’Ampezzo conquistando la sua prima medaglia d’oro ai Mondiali – Secondo posto per Corinne Suter

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»
© KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

© KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

«Ma non è il giorno più bello della mia carriera»

Grande, grandissima Lara Gut-Behrami. La ticinese ha infatti conquistato la medaglia d’oro in superG ai Mondiali di Cortina d’Ampezzo, la prima in carriera a livello di rassegne iridate o Olimpiadi. Lara, semplicemente, è stata perfetta lungo il pendio italiano. Sbaragliando la concorrenza e confermando, quindi, il suo incredibile stato di forma.

Nella sua disciplina prediletta, quella che le ha regalato tantissime soddisfazioni finora in stagione, Lara Gut-Behrami ha dimostrato non soltanto il suo talento, immenso, ma anche la capacità di reggere la pressione. Sì, perché tutti la aspettavano al varco dopo, appunto, un inizio di stagione con i fiocchi. Detto, fatto: Lara non ha tremato, anzi. Trovando linee convincenti – sebbene la diretta interessata abbia avuto da ridire al riguardo – e chiudendo davanti a tutte la prova.

La giornata, meravigliosa, di Lara è stata accompagnata da un altro exploit a tinte rossocrociate: il secondo posto di Corinne Suter. La conferma, qualora ve ne fosse bisogno, dell’ottimo lavoro svolto da Swiss Ski. Swiss Ski che, ora, spera di raccogliere le stesse soddisfazioni nel superG maschile.

«Quando vedi l’uno tagliando il traguardo ai Mondiali è sempre positivo» le parole di Lara, visibilmente emozionata. «Sono arrivata un po’ lunga di linea, non ero così soddisfatta di come ho interpretato la gara ma sono stati giorni complicati questi e la pista era più difficile del previsto».

La gioia di papà Pauli

Intercettato dalla RSI al traguardo, papà Pauli Gut afferma: «Si chiude un cerchio ed è una grande soddisfazione arrivare all’oro Mondiale dopo così tante stagioni. Questa medaglia non è però mai stata un’ossessione tant’è che stanotte ho dormito benissimo: Lara ha già vinto tante gare in carriera».

«Ero nervosa alla partenza»

Tornando a Lara, la neo campionessa del mondo al di là dell’emozione mantiene un certo controllo: «No – afferma alla RTS –, non è il giorno più bello della mia carriera». E ancora: «Evidentemente, è uno dei giorni più belli della mia carriera. Ma nel corso degli ultimi anni ho imparato che ci sono cose più importanti delle medaglie d’oro». Lara, per la cronaca, nel suo palmarès vantava fino ad oggi tre argenti e tre bronzi fra Mondiali e Olimpiadi. «Ero nervosa alla partenza» ammette Gut-Behrami. «Ma semplicemente perché volevo mostrare ciò di cui ero capace, firmando una bella corsa. Non perché puntassi all’oro». Certo, la pressione sulle sue spalle era enorme dopo quattro successi consecutivi in Coppa del mondo. «Non si può misurare il valore di una carriera ottenendo o meno un oro ai Mondiali. Ma sì, sono contenta. Lo sono anche per il mio team, per i miei genitori, per i miei allenatori. È un modo, questo, per ringraziarli del loro sostegno e dell’energia che hanno saputo darmi».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Sci
  • 1
  • 1