Sonja Nef: «Lara? Ho fatto un salto sulla poltrona»

Sci alpino

Vent’anni fa vinse l’oro in gigante, oggi ha gioito per l’impresa della sua «erede» Gut-Behrami

Sonja Nef: «Lara? Ho fatto un salto sulla poltrona»
La gioia di Lara Gut-Behrami. © EPA/Christian Bruna

Sonja Nef: «Lara? Ho fatto un salto sulla poltrona»

La gioia di Lara Gut-Behrami. © EPA/Christian Bruna

Lara Gut-Behrami lascia il Mondiale con un bottino personale di tre medaglie. All’oro in superG e al bronzo in discesa, si è aggiunto un altro oro, quello ottenuto nel gigante. E che gigante. Un turbinìo di emozioni. Due manche strepitose. E alla fine due centesimi di vantaggio nei confronti di Mikaela Shiffrin. Non credeva ai suoi occhi la sciatrice ticinese: «Ero terza sul primo tracciato. Speravo di mantenere quella posizione e di poter salire ancora una volta sul podio. Un podio che avrebbe comunque premiato il mio grande lavoro in questa disciplina, la più semplice e la più complicata».

La grande attesa

Poi la grande attesa. Dapprima lo sguardo rivolto alla prova di Nina O’Brien, vera rivelazione di questa gara, infine lo sguardo di ammirazione nei confronti della Shiffrin. Lara sapeva...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Sci
  • 1
  • 1